11 settembre 2001

Riuscite a ricordare dove eravate alle 15 dell’11 settembre 2001?!
Io me lo ricordo come se fosse successo ieri; ero seduto nella mia cameretta a giocare con la play. Ero tornato da poco a casa dal mio primo giorno di scuola, avevo conosciuto nuovi compagni perchè era incominciato il mio triennio finale all’istituto tecnico, informatica.
Ad un certo punto cambio sulla tv per vedere se magari fanno un programma carino… Metto su italia uno e vedo un aereo che si schianta contro un grattacielo. allora penso:”un film più allegro no?!”
cambio canale ma le immagini sono sempre le stesse e allora capisco che non è un film ma una terribile realtà.
Tutto quello che è successo quel giorno è e rimarrà sempre nella nostra mente; da quel giorno abbiamo un nemico in più che non sappiamo neanche che sia perchè invisibile e purtroppo non si può sconfiggere.
Ma passati alcuni giorni, a mente più lucida non ditemi che non vi siete posti questa domanda: “Come è stato possibile?” “Davvero non si poteva evitare?” Ma soprattutto:” Come fa la difesa aerea più forte del mondo a farsi fregare in quel modo?!” Neanche fosse la difesa del Turkmenistan, con tutto il rispetto per questo stato.
E allora da li spuntano fuori tante altre domande logiche ma che non hanno avuto nessuna risposta logica. Qualcuno si è mai chiesto se la verità ufficiale sia poi cosi vera?! (scusate il gioco di parole)
Sono venute fuori parecchie teorie cospiratorie negli ultimi mesi, filmati e documenti che ti lasciano abbastanza a bocca aperta.
C’è una cosa che mi risulta abbastanza sicura, e cioè che qualcuno sta mentendo, qualcuno non vuole dirci come sono andati realmente i fatti quel maledetto giorno e quel qualcuno potete immaginare chi sia.
100 domande senza risposta sono state fatte direttamente dal Family Steering Committee, il Comitato Familiari delle Vittime, al Presidente Bush, al Vice-Presidente Cheney, al direttore della CIA Tenet, a quello dell’FBI Mueller, all’Aviazione Civile, all’ Aviazione Militare, alla Port Authority di New York e al suo sindaco Rudy Giuliani. Ovvero a tutte le più alte autorità dell’amministrazione coinvolte nei fatti dell’11 Settembre.Queste domande hanno delle implicazioni talmente vaste, che in realtà basterebbero a fare da sintesi per tutte le accuse che vengono mosse alla versione ufficiale. Non a caso infatti queste domande non hanno mai avuto nessuna risposta.

 
E allora qui incominciano a girarti per la testa migliaia di perchè che come quelle 100 domande forse non troveranno mai risposta.
Ma la nostra mente è in grado quantomeno di ragionare e di arrivare a delle proprie conclusioni per cercare di capire come sono andati realmente i fatti.
 
Da questo momento quindi parte una sezione su questo blog dedicata all’11 settembre, per capire un pò di più e speriamo per chiarirci qualcosa di più nella nostra mente.
La ricerca è stata effettuata dal sito luogocomune.net, quindi se volete potete andare direttamente sul sito e informarvi. Mi piacerebbe però esaminare punto per punto le questioni più ambigue per vedere e sentire anche il vostro pensiero a riguardo.
 
A breve il primo intervento a riguardo ma prima vorrei fare un omaggio alle vittime degli attentati di Londra di un anno fa.
Oggi Londra, a distanza di un anno esatto ricorda le 52 vittime degli attentati nella metropolitana con due minuti di silenzio.
Mi piacerebbe che tutti si unissero al dolore di parenti, amici e conoscenti di queste persone che hanno perso la vita a causa della cattiveria umana.
 
 
Un saluto a tutti e a… presto!!!
 
Marco
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: