UNA POLITICA CREDIBILE???

"Il governo resta in carica. Dopo quello ottenuto a fatica mercoledì al Senato, l’esecutivo incassa anche il voto di fiducia alla Camera, dove tuttavia l’esito della votazione appariva scontato, essendo ampio il margine di vantaggio per la maggioranza. I voti a favore sono stati 342, quelli contrari 253 e due astenuti. Prodi e i suoi ministri possono così proseguire il proprio lavoro forti della legittimazione arrivata da entrambe le Camere, pur con la consapevolezza che il cammino d’ora in avanti sarà molto difficile." www.corriere.it
 
Si chiude in questo modo la prima (ma non credo ultima) crisi del governo Prodi.
Il voto più atteso, come tutti ben sapete, era quello di mercoledi a Palazzo Madama dove proprio una settimana prima il governo era andato "sotto" sulla politica estera.
Le dimissioni in serata del premier avevano portato il presidente Napolitano ad avviare le consultazioni con un esito che già dalla serata di venerdi sembrava scontato.
I partiti della maggioranza infatti, accortisi dell’incredibile zappa sui piedi che si stavano tirando, e temendo di perdere la cara "poltroncina" hanno deciso all’unanimità di fare cerchio intorno a Prodi e di accordargli la massima fiducia sui 12 punti che il premier aveva sottoscritto.
Niente Prodi Bis quindi ma semplicemente la prosecuzione dell’attuale governo; questa la richiesta da parte di tutti i partiti della maggioranza convinta di poter ottenere i voti sufficienti per una riconferma (e poi si è visto in quale modo).
Di tutt’altro avviso l’opposizione che chiedeva un governo istituzionale per le riforme più urgenti o addirittura lo scioglimento delle camere e il ritorno alle urne a distanza di quasi un anno dalle precedenti elezioni politiche.
Venerdi, come detto, a conclusione delle consultazioni il presidente della Repubblica decideva di prendersi una notte di tempo per decidere sul da farsi.
A me è sembrata più una farsa che una vera e propria meditazione e quando il mattino successivo ho visto Napolitano rimandare Prodi alle camere per la fiducia chissà perchè non me ne sono stupito affatto.
Non vorrei essere maligno ma sappiamo tutti di quale schieramento politico faccia parte Napolitano e non bisogna stupirsi se in questo caso si sia fatto influenzare e rassicurare dai membri della sinistra che una maggioranza c’era ancora, rigettando le richieste dell’opposizione.
Con il passare delle ore c’è stata una sfrenata ricerca di voti per far si che si ottenesse la fiducia più difficile, quella al senato.
E se una a maggioranza ci si poteva anche arrivare grazie ai voti dei soliti senatori a vita ciò che risultava difficile ottenere era la maggioranza politica, ovvero quei 158 voti degli elettori eletti tra le file dell’Unione.
Ma subito dopo Follini spiazzava (non proprio) tutti dichiarando che avrebbe votato la fiducia al governo Prodi facendoci capire finalmente il perchè la sinistra era cosi sicura di proseguire il suo cammino al governo.
Nei giorni seguenti confermavano la loro fiducia anche il deputato eletto all’estero Pallaro e adirittura i due dissidenti Rossi e Turigliatto su cui pesava l’accusa di aver fatto cadere la maggioranza a Palazzo Madama.
E si arrivava quindi grazie a questi voti alla fiducia ottenuta mercoledi e ribadita oggi alla Camera dove però non c’erano mai stati particolari problemi vista la differenza più netta di seggi tra i due schieramenti.
E ora vi chiederete?
Beh ora si riparte con rinnovato slancio come dicono alcuni membri dell’Unione con un sorriso a 56 denti…
Ma ne siamo proprio sicuri? siamo davvero convinti che si sia pensato al bene del Paese? Io credo proprio di no, e non solo io!
Ancora una volta si è pensato ai propri interessi con il risultato imbarazzante di farci ridere dietro da mezzo mondo. Nessuno e dico NESSUN governo della storia italiana era mai "caduto" sulla politica estera e solo questo dovrebbe far riflettere della grave crisi politica in cui ci troviamo ancora adesso.
Perchè possono prendere in giro la povera gente ignorante dicendo che loro sono più uniti di prima ma la verità è che non lo sono mai stati.
Quanto ci vorrà prima che il governo vada nuovamente sotto? Il senatore Turigliatto ha già detto nelle dichiarazioni di fiducia che votera no al rifinanziamento della missione in Afghanistan, che voterà no alla TAV. Due cose mica da poco mi verrebbe da aggiungere!
Ma allora perchè ha votato la fiducia a questo governo se poi intende farlo cadere nuovamente??? E’ paura di perdere la cara seggiola? o di restituire il Paese in mano a Berlusconi? Di sicuro non per il bene del Paese.
Perchè se fosse cosi avrebbe votato no anche alla fiducia, come averebbe dovuto votare no Rossi e chiunque non fosse stato d’accordo con la politica di questo governo.
Lo stesso Napolitano se avesse pensato ai veri bisogni dell’Italia avrebbe dovuto optare per la scelta più saggia e più giusta. Semplicemente accettare le dimissioni di Prodi, affidare il governo ad un profilo istituzionale in modo da cambiare la legge elettorale che ci ha portato a queste condizioni e poi tornare tutti a votare.
Se avessero vinto di nuovo a sinistra tanto meglio per loro, avrebbero avuto finalmente un governo forte e non più sensibile ai ricatti dei singoli e se avesse vinto la destra….
beh, se avesse vinto il centro-destra , il centro-sinistra avrebbe perso l’occasione di dimostrare che loro sono più bravi a governare un Paese.
In questo modo sicuramente dimostrano ben altro, ovvero di non sapere essere uniti per il bene dell’Italia e non penso che in futuro avranno più molte occasioni per farlo.
Tutta questa situazione però mi ha portato a riflettere e a prendere una scelta definitiva.
Ad aprile scorso sono andato contro i miei principi votando una coalizione dove erano presenti partiti comunisti ma l’ho fatto perchè essendo un anti-clericale non potevo votare una destra alleata della Chiesa, una destra serva di due stati esteri (Usa e Vaticano); ma ho votato lo stesso RNP con la speranza che qualcosa cambiasse.
Ma bisogna ammettere i propri errori e io ho sbagliato in quella circostanza a fidarmi di questa sinistra. Alle prossime elezioni politiche, quindi, voterò questo centro-sinistra se e solo se non vi faranno parte partiti comunisti, in caso contrario mi asterrò dal voto ad oltranza.
 
Aspetto una vostra opinione a riguardo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: