Senza verità e senza memoria

Chi ha letto anche solo una volta questo blog penso che si sia reso conto delle mie posizioni anticlericali.
Ma forse non ho mai spiegato come e quando sono diventato un autentico nemico della Chiesa. Veramente una data precisa non c’è, è stato di più un lungo percorso incominciato un freddo pomeriggio d’inverno davanti al monitor del mio pc.
Bisogna premettere che fino a quel giorno potevo definirmi anch’io un cattolico, come la stragrande maggioranza dei miei connazionali, anche se ora a pensarci bene non lo sono mai stato.
Sono stato educato da una nonna cattolicissima che ogni "santa" domenica quasi mi obbligava ad andare a messa, a confessarmi, a seguire il catechismo.
Devo dire che non mi dispiaceva più di tanto seguire quelle funzioni, pregare il rosario insieme a lei e soprattutto mi piaceva fare il chierichetto. Mi sentivo importante quando "servivo" messa, quando ero lì davanti a tutti, persino al prete, a portare la croce, oppure quando ascoltavo in piedi con le mani giunte la predica del mio parroco con tutta quella gente che mi osservava.
Poi piano piano ho dovuto dare spazio ai ragazzi più piccoli e ho smesso di indossare quella tunica che tanto "amavo", ma a messa continuavo ad andare ogni domenica perchè cosi mi avevano insegnato.
Poi però cresci, diventi più grande, più maturo e le prime domande incominciano a girarti per la testa. "Perchè la chiesa ce l’ha tanto con i divorziati o con le persone che convivono?" "Perchè devo pagare una messa per far star bene una persona che non c’è più? e allora chi è povero cosa fa, rimane al purgatorio per l’eternità?" "Oppure, come fanno Dio, Gesù e lo Spirito Santo ad essere tre persone distinte ma allo stesso tempo un unica divinità?"
Domande che dovrebbero passare per la testa di qualsiasi persona ma che invece troppo spesso vengono ricacciate nel nostro cervello. Forse per pigrizia, forse per comodità, o forse per paura. Paura di ragionare, paura di scoprire che tutto ciò in cui abbiamo creduto per anni, a volte per una vita intera possano essere solo favole. E allora è meglio far finta di niente, prendere per vero tutto ciò che ci hanno detto, accettare per fede. La famosa frase che ora tanto mi fa incazzare perchè la reputo solo un offesa alla mia intelligenza è la solita che un prete ti ripete ogni volta che tu gli fai qualche domanda "scomoda" come quelle di prima, quando si trova in difficoltà e non sa più come uscirne ecco che, come un coniglio che sbuca dal cilindro, spunta quella "magica" risposta.
Ma ritorniamo a quel pomeriggio di tre anni fa. Da qualche giorno mi domandavo quali fossero le differenze tra le varie religioni cristiane ma nessuno in casa era in grado di rispondere a quei perchè. Quale posto, se non internet, allora per cercare di risolvere i miei dubbi?! Ma più leggevo quelle righe e più mi accorgevo che la religione che mi avevano sempre insegnato, tutte le regole che mi avevano sempre imposto non venivano da Dio, da Gesù Cristo, ma solo da uomini.
Più passava il tempo sui quei fogli e più mi rendevo conto di quanto la religione cattolica fosse distante dai principi cristiani, da quei principi scritti nei vangeli.
Era chiaro che qualcuno mi aveva preso in giro, che qualcuno aveva manovrato la mia mente, che qualcuno mi aveva solo raccontato favole e menzogne.
Ma chi?! la mia famiglia?! Esclusi subito questa ipotesi perchè come me, anche loro non potevano sapere la verità, anche loro erano delle vittime. Allora con chi potevo prendermela? dove potevo cercare la verità? era colpa del mio parroco e di tutti i preti che ogni domenica mi ripetevano quelle storie? 
No, loro in fondo avevano subito un lavaggio del cervello peggiore del mio, erano le prime vittime del sistema, rinchiusi in seminario e trasformati solo in burattini mossi da qualcuno molto più in alto.
Incominciai quindi, per capire meglio come era strutturata la gerarchia ecclesiastica, a fare ricerche, e tra un link e l’altro arrivai alle origini del cristianesimo. In fondo se non si conosce il passato non si può capire il presente e vivere il futuro.
Giorni passati tra letture in "rete", libri e colloqui con persone che ne sapevano qualcosa in più di me. E ogni giorno che passava aumentava in me lo sconforto, la delusione e in qualche circostanza la rabbia verso persone in cui avevo sempre creduto, ma che in realtà mi avevano solo preso in giro.
2000 anni di storia non sono facili da ripercorrere e penso che ciò di cui sono venuto a conoscenza è solo una piccola parte della realtà.
Ma credetemi è bastato per rivalutare completamente la mia fede, la mia fiducia in certe persone; mi è bastato per capire che la religione cattolica è stato ed è tuttora uno dei peggiori mali dell’umanità. I mali di Hitler, tanto per citarne uno, i crimini che ha commesso, non sono niente se confrontati con quelli della chiesa cattolica.
In molti lo sanno, almeno una volta hanno sentito parlare di crociate, inquisizione, caccia alle streghe ma dicono che fa parte del passato, che è meglio dimenticare, che ora la chiesa non è più quella del Medioevo. I suoi errori li ha commessi e ha chiesto perdono, ora nessuno viene più messo al rogo.
Questo è vero, ma solo perchè la chiesa ha saputo adattarsi ai tempi, a passare dal sistema feudale a quello capitalistico.
In pratica niente è cambiato, e ancora oggi, c’è gente nel mondo che soffre a causa di questa Chiesa ma purtroppo sono in pochi a saperlo.
Il perchè?! Semplicemente nessuno in Italia vuole schierarsi contro quest istituzione, nessuno ha il coraggio di dire le cose come stanno, e quei pochi che lo fanno vengono "censurati" o molto spesso criminalizzati.
Ecco perchè durante uno di quei tanti giorni passati a leggere mi venne l’idea di "raccogliere" tutto ciò che avevo trovato e di trasferirlo in un mio libro.
Per chi già conosce queste cose non troverà nulla di nuovo nelle mie parole a parte i pensieri personali ma per chi (e credetemi, ce ne sono tanti) è totalmente ignaro del fatto che possa esserci un altra realtà penso possa essere un ottimo inizio. Naturalmente il mio libro è rivolto a tutti coloro che sono disposti a ragionare, ad accettare con obiettività i fatti descritti, a levare una volta per tutte quel paraocchi che ha mostrato troppo spesso una verità totalmente distorta.
Non è certo destinato ai cattolici bigotti, a quelli che godono nel tenere quel paraocchi e che arrivano a giustificare se non a negare alcuni di quei famosi crimini.
Perchè "Senza verità e senza memoria"? Beh l’idea mi è venuta leggendo una famosa frase di Sciascia che tra l’altro ho citato spesso in questo blog e che spiega in 5 semplici parole la vera natura della Chiesa cattolica, una chiesa senza verità e senza memoria.
 
Avvertenze
 
Il testo è in formato .pdf, quindi per leggerlo naturalmente dovrete disporre di acrobat reader; per chi non ce l’avesse può andare a scaricarselo a questo link: http://download.html.it/software/vedi/2694/adobe-reader/
Il testo è distribuito sotto licenza creative commons.
Chiunque scarichi il libro è libero di di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest’opera e modificarla alle seguenti condizioni:
1) Deve attribuire la paternità dell’opera citando il nome dell’autore e nel caso di distribuzione in internet inserendo anche un link a questo blog;
2) Non può usare quest’opera per fini commerciali;
3) Se altera o trasforma quest’opera, o se la usa per crearne un’altra, può distribuire l’opera risultante solo con una licenza identica a questa;
4) Informare il sottoscritto di eventuali modifiche o riproduzioni.
 
L’OPERA È MESSA A DISPOSIZIONE SULLA BASE DEI TERMINI DELLA PRESENTE LICENZA “CREATIVE COMMONS PUBLIC LICENCE” ("CCPL" O "LICENZA"). L’OPERA È PROTETTA DAL DIRITTO D’AUTORE E/O DALLE ALTRE LEGGI APPLICABILI. OGNI UTILIZZAZIONE DELL’OPERA CHE NON SIA AUTORIZZATA AI SENSI DELLA PRESENTE LICENZA O DEL DIRITTO D’AUTORE È PROIBITA.
 
Ora credo di aver detto proprio tutto, non vi resta che effettuare il download da seguente link: 
 
Ma per chi non volesse farlo, per chi preferisse rimanere nell’oscurità, per chiunque abbia paura di poter compromettere i propri equibilibri interiori vi è il serio invito a non scaricare quelle 200 pagine.
Per tutti gli altri: BUONA LETTURA!!!
 
 
 
 

 
 Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
  

Scambio Link

64 Risposte

  1. Hai messo come prefazione la frase di Salvemini.La stessa che ho messo io su una banalissima paginetta del  mio miserello sito.Come non leggerlo? Devo! :-)Ciao!

  2. wow,ho letto quello ke hai scritto e mi è piaciuta tanto la tua sete di verità,hai fatto quello ke ogni cristiano dovrebbe fare confrontare i vangeli con la realtà ke vivono.Oltre la realtà cattolica esiste anke un altro margine di persone ke ha cercato Dio è l\’ha trovato, e io sono tra queste,l\’operato dell\’uomo non può opporsi a quello di DIO,Gesù opera ancora come 2000 anni fà.Spero di non averti annoiato,spero di risentirti.

  3. dal blog di Giovy sn finito qui. Non mi ha disturbato leggere quello che hai scritto. Nn condivido (e non perchè sono un prete) ma non mi ha disturbato… sai scrivere. La cosa snervante è stata leggere il commento di daniela; nn perchè è lei… in fondo le voglio bene… ma per il contenuto smielato da accalappia gente…; ma vabbè… ora scarico il tuo libro. Magari finirà che lo uso come un approfondimento per uno dei prossimi esami che mi aspettano. A presto.

  4. ANche io ricordo perfettamente il giorno in cui sono diventata atea: quello della mia prima comunione. Ebbi la classica "fulminazione sulla via di damasco" e nel giro di 15 minuti tutto era finito…

  5. Francesco, quello che puoi leggere sul "mio" libro penso che puoi leggerlo ovunque. Io non ho fatto altro che mettere insieme, secondo una certa logica e ordine, quello che avevo appreso. Il mio scopo era quello di far capire a molte persone che la Chiesa non ha sbagliato solo in passato (crociate, inquisizione, ecc… storia già nota che ho toccato in maniera minima) ma che ha commesso crimini anche nel recente passato. Non è un attacco alla fede dei cattolici, credimi. Mi fa piacere se leggerai anche solo qualche pagina (soprattutto il capitolo che riguarda gli scandali finanziari), e magari se da quelle pagine inizierai in seguito un approfondimento. Ti saluto.x Zel: Tu hai avuto la fulminazione molto prima di me, io ho fatto in tempo persino a fare il chierichetto! 😉

  6. Don ,se parliamo di smielati ahhh ,ma fatti un giretto che nè trovi peggio di me!Marco ti ho accalappiato?Don, ma perchè non la smetti di fare il processo alle intenzioni nei rapporti tra me e i miei amici?

  7. Non penso che mi hai accalappiato visto che "litighiamo" ogni volta che si parla di religione 🙂 Per quanto riguarda il vostro rapporto non lo conosco e non mi metto in mezzo

  8. Sì sì… sono stata una piccola sconvertita.. peccato che a scuola è stato un inferno di note e voti "n.c." per 3 anni… poi i miei hanno avuto pietà e mi hanno tirato via dall\’ora di religione.

  9. daniè era na battuta

  10. …iiiiiiiiiii questo post me lo ero perso!Ora capisco la tua conoscenza approfondita Marco!Devo dire che apprezzo la tua voglia di conoscenza, ma non giustifico il tuo essere anticlericale….credo non serva molto in italia esserlo se non solo attirarsi l\’antipatia del 99% dei cattolici….il che non apre molto al dialogo.Sono felice però del fatto che anke tu stia facendo un tuo percorso personalissimo e liberissimo e ti auguro di completarlo con la conoscenza personale dell\’unica PERSONA che può rispondere a tutte le tue domande in maniera perfetta…. sto parlando di Gesù!! ;DGod bless you…. e continua a cercare….

  11. x marcoanche io ti auguro di completare il tuo percorso con le uniche due persone che possono rispondere a tutte le tue domande in maniera perfetta, Gesù ed IO….. :-))))))))))))

  12. Non sembrava Don, come al solito ti svincoli,il tono è l\’impostazione della frese sono serie,solo che il riscontro con la realtà è brutto( la risposta di Marco,la risposta di ZEl :D)…;-)

  13. Ciao Marco mi sento abbastanza in salute per iniziare a confrontarmi con te e a rispondere ai tuoi commenti. ;-)Penso al fatto che ti sei sentito deluso e per certi versi ingannato da qualcosa a cui tu hai attribuito per un certo tempo della tua vita il nome e la valenza di "fede" .Per molti aspetti mi identifico in te perchè anche io per un certo tempo della mia vita ho aderito a quella che per tradizione familiare mi era stata trasferita come " pratica di fede".La mia delusione rispetto a questa pratica di fede era nel fatto che nonostante io sentissi dentro di me una ricerca autentica di Dio e nonostante comunque frequentassi un sistema religioso che avrebbe dovuto soddisfare questa ricerca io non realizzavo il risultato della conoscenza, della convinzione interiore dell\’esistenza e della presenza di Dio nella mia vita, una vita che spesso necessitava di risposte concrete , di riscontri reali della fede nella realtà di tutti i giorni.Oggi comprendo che non sempre un "pacchetto religioso" è in grado di fornirci le risposte e le convinzioni di cui abbiamo bisogno riguardo a Dio e alla fede.Io definisto volgarmente determinati pacchetti religiosi con il termine di "religioni" ed in questo pacchetto le includo tutte, ossia quelle pratiche che per professione di fede ti accostano a liturgie, sacramenti, ordine di cose, pratiche spirituali oggettive etc. etc… . anzichè un reale incontro con la persona di Dio che ti cambia il cuore.Ora tu mi dirai ma Dio non si vede e non si tocca come si fa ad avere una esperienza personale e di relazione con Dio, dov\’è Dio?Dove lo trovo?Ti dico io come ho fatto quando lo stavo cercando con tutto il cuore.Innanzitutto ho espresso alla vita il desiderio sincero di conoscerlo, di fare della fede una esperienza ed una convinzione reale e non solo "ideale", seconda cosa ho ascoltato, ho iniziato ad ascoltare quello che professavano le varie fedi,a dispetto dell\’incoerenza degli uomini, mi sono fermata quando confrontandomi con il messaggio di Gesù Cristo sulla vita, sugli uomini, sul mondo, sul presente e sul futuro MI HA CONVINTA.Adesso la mia fede non è qualcosa che è solo nella mia testa ma una convinzione che trova riscontri nella mia vita di tutti i giorni e questa convinzione non si può identificare con alcuna religione, al massimo con una direzione, una prospettiva della vita e se saprai e vorrai ascoltare veramente Gesù scoprirai che non è venuto a fondare una religione ma una RELAZIONE , un rapporto tra te e quello che lui pensa e dice.Prova, prova veramente e sinceramente a conoscere Gesù , a studiare ed approfondire su di lui e poi mi dirai, prova a credere in lui, cosa ti costa provare?

  14. Cosa mi costa provare? assolutamente niente, perchè ci ho già creduto in passato. Tu l\’hai trovato Enza perchè hai in qualche modo "forzato" la ricerca, una ricerca che non partiva dal nulla. L\’unico motivo per cui non sono ateo è perchè sono nato in un Paese dove fin da bambino vieni a contatto con Gesù, con Dio, e con le favole che ti raccontano i "grandi". Quando cresci poi, anche se ti accorgi che niente di quello che ti hanno insegnato ha senso e razionalià, è comunque difficile sbarazzarsene perchè ormai il "virus" è entrato dento di te. Dio aveva un occasione per farsi conoscere da me e purtroppo per lui o per me l\’ha persa. Non c\’è nessuna possibilità di ritorno. Per quanto riguarda Gesù, semplicemente non lo reputo un Dio e quindi è inutile dirmi che devo cercare Gesù. Rimane un personaggio storico affascinante, da cui molti dovrebbero prendere esempio, ma nient\’altro. Il mio essere anticlericale Miriam veniva dalla rabbia (questo post è stato scritto due anni fa) di aver scoperto come ero stato preso in giro per 20 anni. Attirarmi l\’antipatia del 99% dei cattolici??? A me interessa quell\’1% (come Giovy, Jole o Francesco) che sanno ammettere gli errori della propia chiesa, che sanno confrontarsi senza pregiudizi, ma che soprattutto sono veri cristiani, aldilà delle loro credenze. il restante 99% semplicemente non sono cattolici, e nemmeno cristiani!Smetterò di essere anticlericale quando la Chiesa e la sua dottrina non invaderanno più la mia sfera privata, oppure quando tutti i cattolici saranno diventati come le persone che ho citato in precedenza. Fino ad allora continuerò fieramente a definirmi anticlericale. Saluti e grazie per i vostri commenti

  15. Marco io ti ringrazio di cuore per le parole che hai usato ma mi dai una responsabilita\’ enorme, abbiamo parlato spesso e sai come la penso, sai che infondo non sono poi tanto "cristiana", perche\’ certe verita\’ non riesco ancora a farle mie, perche\’ mi manca quell\’umilta\’ capace di farmi piegare ad alcuni insegnamenti di San paolo o a dogmi della chiesa;io non diro\’ mai ai ragazzi che seguo non usate i preservativi, non giudichero\’ mai un gay come malato, non accetero\’ mai che un divorziato non possa comunicarsi e questi sono solo degli esempi..Io ho bisogno di dirlo Marco , perche\’ devo essere sincera con me stessa e soprattutto con te(Dio gia mi conosce); Ho molti limiti, la mia fede ha attraversato momenti molto bui, e ancora oggi ho i miei dubbi, le mie perplessita\’ , i miei conflitti , nonostante credo nell\’esistenza di Dio, nonostante sento di essere innamorata di Cristo, nonostante mi senta legata alla mia chiesa con tutti i suoi errori e le sue contraddizioni.Scusami se mi sono esposta cosi\’ , forse anche deludendoti, ma voglio che mi si conosca e mi si accetti per cio\’ che sono realmente, la Giovy con i suoi limiti e i suoi difetti… So che sei una bella persona e che anche se non ci credi in te traspare tutto l\’amore di Dio…continua a sognare perche\’ come scrivi nel tuo libro chi smette di farlo fa morire qualcosa dentro se. Ti voglio bene!

  16. Giovysono daccordo con te su ogni cosa, soprattutto su divorzio, gay e preservativi, ma ti dico che qst non è contro la volontà di Dio se Dio è Amore e credimi x quanto riguardala perfetta aderenza ai dogmi eagli insegnamenti della chiesa ricordati che i sensi di colpa non vengono mai da Dio.Marcoè la seconda volta che vengo considerata una "vera cristiana" e qst non mi piace xkè quando c\’è di mezzo Dio non si dovrebbe mai arrivare a questi livelli. C\’è tanta gente e non solo cattolica e non solo credente che è migliore di me, per fortuna! A me spiace che tu e zel abbiate fatto qst esperienze negative ma l\’importante è trarne profitto x se e x gli altri : senza la ragione nemmeno la fede può esistere quindi avete fatto bene a rifiutarla 😀

  17. X giovycredo che adesso marco sia un tuo fan sfegatato peggio di prima (ed ha ragione)…. aborriamo chi non ha mai dubbi, ne diffidiamo.Niente delusione quindi, ma solo conferma dei valori in campo…. ciao

  18. Vero…non si smette mai di imparare e di ricevere risposte alle proprie domande ed ai propri dubbi!Ogni giorno va aggiunto un pezzettino nuovo al meraviglioso puzzle dela vita e l\’immagine giorno per giorno diventerà sempre più chiara!E\’ vero…bisogna dubitare di chi non ha mai dubbi! Sono i + pericolosi!!!!!

  19. MArco: io per eliminare i pregiudizi impostimi dalla società cristiana in cui viviamo (e cioè che DEVE esistgere un dio) ci ho impiegato anni di pratica "razionalista"… per poi essere "illuminata" un giorno con l\’altro sul fatto che, come ho scritto sul mio post se non fossi nata in un paese che da per scontata la religiosità non mi sarei mai immaginata l\’esistenza di un dio. Fortunatamente, anno dopo anno cresce questa consapevolezza e crolla la fede "bigotta",in cui la gente dice di "credere" perchè "lo fanno tutti, lo sanno tutti, me lo hanno insegnato fin da piccolo". Fortunatamente i diritti umani si stanno affermando anche CONTRO certe religioni che invece li combattono, o ne combattono alcuni (per esempio, la chiesa è contraria alla parificazione in ogni campo tra uomini e donne, visto che è governata solo ed esclusivamente da maschi e le donne non hanno alcun vero ruolo di potere). Fortunatamente, anche i credenti ormai guardano con occhio critico le affermazioni di certe religioni, mettendone in dubbio la legittimità o arrivando anche a disconoscerle (preservativi e divorzio in primis)… pian pianino la Chiesa, visto che parliamo di lei, si ritirerà nelsuo cantuccio roccoccò e lascerà in pace le politiche che non le competono… diciamo che vivo la "lotta" con moderato positivismo!

  20. Hai ragione Zel!!La sai l\’ultima?Per rendere ancora + credibili delle dottrine "anti parità", la parola diaconessa nella nuova traduzione CEI che uscirà a breve è scomparsa completamente , nonostante il termine greco originale fosse proprio diaconessa!!!Poi dicono che non è vero che siamo manipolatiiii!!!!! mhà??!

  21. Ha ragione Angelo, Giovy, adesso ti stimo ancora di piu\’. Russell diceva che "Il problema dell\’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi". Il fatto che tu non riesca a fare tue certe verità, che non ti pieghi di fronte ai dogmi imposti dalla Chiesa, che ti poni continue domande, fa di te una persona che sa ragionare. A te interessa piu\’ seguire Gesu\’ che un dogma inventato dagli uomini e non devi fartene una colpa per questo.

  22. Senza i dubbi non c\’è crescita e nemmeno ricerca,se ho potuto conoscere Gesù è proprio perchè in un determinato percorso ho avuto i tuoi stessi dubbi, perchè non mi sono accontentata e a 28 anni ho messo in discussione e rinnegato tutto quello che i miei genitori, la religione della mia nazione mi aveva trasferito pensando e scegliendo con la mia testa e con il mio cuore.Ho trovato ciò che cercavo anche se la strada è tutta da percorrere e non esclude comunque difficoltà e perplessità ma l\’importante è sapere di averla imboccata la strada ed andare avanti.Credo che sei nella direzione giusta per trovare la strada Marco purchè non trasformi i tuoi dubbi in cinismo, onde evitare di perdere tempo anzichè continuare a cercare……

  23. Marco: la verità e la memoria sono che Dio non ci ha lasciato mille comandamenti, non ce ne ha lasciati nemmeno Dieci, soltanto uno, il comandamento dell\’amore.Nota: frase ripresa dall\’omelia della scorsa domenica.Finché non comprenderai che la Chiesa non impone nulla ma propone (e la differenza è enorme) una dottrina per rendere l\’uomo più felice – non schiavo. Non ti piace? Non seguirla. Sai, in talia i Cattolici si contano sulla punta delle dita, quindi ti assicuro che non avrai difficoltà. Forse l\’unica difficoltà ti verrà dall\’essere visto come un eroe che ha il coraggio delle proprie idee. A chi ha idee diverse tale privilegio non viene concesso. Giovy: chi si "piega" senza aver interiorizzato un principio (ossia senza crederci) sicuramente ha preso una strada diversa da quella Cattolica. Mi spiego: io credo che il matrimonio sia per tutta la vita (e non per una settimana) perché lo sento dentro. Non perché mi devo piegare al volere di un prete… sarebbe alquanto ridicolo…Infine: Scopro ora che la società italiana è composta da bigotti cattolici! Be\’ è una novità, dal momento che a causa della mia fede sono stato gentilmente invitato a lasciare sia un Liceo statale sia un corso di formazione professionale…Intelligenti sono coloro che prima di darsi risposte cercano di trovare le domande degne di senso.Poiché vedi, essere cattolici non significa ripetere a memoria litanie o mangiare il pesce il venerdì (tra l\’altro io sono vegetariano quindi sarebbe pure difficile)… Si potranno recitare anche dozzine di versi sacri ma se non se ne comprenderà il senso si sarà come il cucchiaio che non conoscerà mai il sapore della zuppa (Buddha Shakyamuni).DG

  24. L\’amore di DIO passa sempre in 2 piano, sempre la chiesa dice, la chiesa propone la chiesa pensa…Marco DIO ti ama! Un giorno lo troverai.. io lo spero tanto, e quel giorno capirai chi è, e perchè tu hai pensato che stesse in silenzio.. anche se già da un pò parla proprio con te..Dio ti benedica.

  25. Daniela Marco ha scritto: «sono diventato un autentico nemico della Chiesa», non di Dio… DG

  26. " la chiesa non impone ma propone"In verita\’ Davide non sempre e\’ cosi\’, o meglio sara\’ pure cosi\’ ma poi ti giudica e in certi casi ti condanna pure…l\’esempio che hai portato non rispecchia cio\’ che nel commento lasciato volevo intendere,non e\’ una questione di interiorizzarlo , io non sono proprio daccordo e\’ diverso.se la chiesa condanna gli omosessuali in quanto persone che seguono una strada immorale e contraria all\’etica (facendo oltretutto di tutta un erba un fascio) io non lo accetto e sai perche\’? proprio in base a quello che tu prima hai affarmato e cioe\’ che Dio ci ha lasciato un solo comandamento :l\’amore!

  27. "la Chiesa non impone nulla ma propone "—-> si è visto!!!! La chiesa non può imporre perchè la gente ormai le ride in faccia, ma fino a pochi anni fa la Chiesa ordinava e la gente obbediva. Ormai, la Chiesa cattolica ha perso gran parte delal sua dignità con i vari scandali di cui è quotidianamente investitia e travolta, quindi non le rimane ormai altro da fare che tiepidamente suggerire sperando che qualcuno l\’ascolti! Ha perso la cattolicissima spagna e in italia è rappresentata, a livello politico, da UN DIVORZIATO RISPOSATO IN COMUNE (Casini, il difensore del "valore della famiglia tradizionale".. che ipocrita!!!!!)!!!!!

  28. Davide:Quello che succede a Marco succede a molti, e Dio solo sa a quanti che non trovando DIO nei precetti e nelle liturgie ,si allontano da Lui inesorabilmente, questo non certo perchè la chiesa propone,ma perchè la CHIESA IMPONE una dottrina non consona alla Parola di DIO dove DIO NON C\’E\’.. e di conseguenza non esiste e non interviene nella vita dell\’uomo!Questo accade a chi non si accontenta del silenzio ma vuole di più ,VUOLE UN ESPERIENZA DIRETTA.Pensiero personale..

  29. Daniela in certi casi non si tratta solo di precetti e liturgie …non dimentichiamo che per esempio la condanna degli omosessuali parte proprio dalla parola di Dio , la chiesa l\’ha messa solo in pratica:Non sapete voi che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v\’ingannate: né i fornicatori, né gli idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né gli omosessuali, né i ladri, né gli avari, né gli ubriaconi, né gli oltraggiatori, né i rapinatori erediteranno il regno di Dio” (1 Corinzi 6:9,10). L’omosessualità era condannata da Dio secoli prima che venisse promulgata la legge (ad es. Genesi 19). Essa è esplicitamente condannata dalla legge di Dio (Levitico 18:22; 20:13). essa è chiaramente condannata nel Nuovo Testamento dall’apostolo Paolo. Alcuni odiano gli omosessuali e che persino ne organizzano “pestaggi” sistematici, e penso che la visione della chiesa non aiuta a superare pregiudizi, anzi alimenta il rancore, infondo la parola e la chiesa li condannano!

  30. L\’odio è una cosa la parola di DIO un altra..Non credo che Marco abbia scritto questo libro o narri la sua storia percè abbia a che fare con quello che dici tu, ogni storia è diversa e stai portando il discorso verso qualcosa di cui io non parlavo.

  31. Se la "parola" di dio va contro i diritti umani, allora è parola da abolire e dio da ripudiare.

  32. L\’odio è una cosa la parola di DIO un altra.. Dio non ci chiede di pestare nessuno.Non credo che Marco abbia scritto questo libro o narri la sua storia percè abbia a che fare con quello che dici tu, ogni storia è diversa e stai portando il discorso verso qualcosa di cui io non parlavo.Però vedo che le citazioni bibliche le prendi per buone,dovresti allargare il tiro, sai che sorprese^^?

  33. Daniela io ho risposto al tuo commento e non a Marco , per l\’ironia usata sui versetti da me citati non mi scompongo piu\’ di tanto .So che come cristiana dovrei cogliere nella sua totalita\’ tutto cio\’ che la parola ci insegna ma ormai e\’ ben chiaro che io su certe cose non sono daccordo, non l\’ho mai nascosto e non ho intenzione di farlo.

  34. x danielasai com\’è di chi citazione ferisce di citazione perisce…:-) forse forse questa bibbia dice tutto ed il contrario di tutto, per questo è durata tanto, non per il messaggio ma per la sua ambiguità di fondo, come quei discorsi politici fatti in politichese, dicono tutto e niente li puoi leggere iniziando da ogni parte come le telenovenas brasiliane. Se fossi dio la spazzerei via e riscriverei ilmio volere in modo chiaro per tutti. Ciao

  35. Conosco personalmente persone separate che hanno difficoltà a credere in un Dio d\’amore perchè la chiesa ha messo su di loro un marchio, non riesco a pensare a qualcosa di più crudele, già una persona separata credo viva una spaccatura dentro poi la chiesa le dà il colpo di grazia, le persone finiscono per pensare che Dio le rifiuta, il Dio che conosco io è un Dio d\’amore e di grazia e che non ci condanna per i nostri limiti, semmai ci viene incontro per consolarci, per aiutarci a ricostruire ancora.Non riesco a pensare a cosa abbia provato una mia amica che ha sposato un uomo separato e a cui è stato proibito di sposarsi in chiesa, e a cui viene impedito di accostarsi in chiesa,cavolo era il sogno della sua vita, adesso che le parlo di Dio lei fà fatica a credere che Dio sia interessato a lei e a benedire il suo matrimonio……..Certo che Dio non incoraggia al divorzio e che pensa che insieme a Lui il matrimonio può durare per tutta la vita ma laddove è inevitabile o per svariati motivi si vive una separazione Dio è un Padre e non caccia mai fuori nessuno.Dio ci lascia sempre liberi di fare le nostre scelte anche quando sono diverse da quelle che lui ci consiglia per il nostro bene………….

  36. Angelo ,io non mi sento ferita dalla citazione di Giovy,perchè sono cose che conosco alla perfezione, solo che io non parlavo di omosessualità e non rispondevo al suo commento prima che mi chiamasse in causa ,tutto qua,più chiaro di così!Le telenovelas le fanno gli uomini che non sanno quello che dicono,e riescono ad usare la Bibbia come vogliono, per questi il giusto salario è preparato se NON SI RAVVEDONO <— dovrebbe essere una buona notizia.:DGIovy io non intendo entrare nel merito delle scritture con te ,perchè non sei interessata, anche qui sono chiara.

  37. Ti sbagli sorella io sono interessata , il problema e\’ che per te c\’e\’ il bianco e il nero…gli altri colori non esistono!Non darmi l\’immagine di una persona che vuole mischiare l\’odio con la parola perche\’ non e\’ cosi\’, io credo che Dio e\’ amore e lo ripeto da mesi sul blog ma sono solo sincera con me stessa e gli altri e se non comprendo o non accetto non so\’ essere ipocrita da dire il contrario!

  38. >>GIovy io non intendo entrare nel merito delle scritture con te ,perchè non sei interessata, anche qui sono chiara>>>Marco com\’era la storia? a si… diffidiamo di chi ha troppe certezze…

  39. x giovyPerdi tempo hanno deciso che non sei interessata e quindi non sei interessata. Le depositarie del verbo di dio hanno detto AUGH!!!

  40. Allora comincia a diffidare Angelo,perchè di DIO io non dubito,e ora prendi respiro perchè sarà sempre così, non è di certo uno schieramneto contro quello che vivo che mi farà cambiare idea SU GESU\’, LUI è nella mia vita.TI lascio un bel versetto:Se DIO è con me chi sarà contro di me???HAHAHA! GRAZIE SIGNORE!Per l\’interessamento alle scritture, abbiamo discusso 3 giorni e mi son sentita dire di essere superba e di vantare la mia conoscenza biblica, quindi ci cosa volete parlare?A Palermo c\’è un proverbio:STRETTA NON TI ENTRA E LARGA NEANCHE <—– è IL VOSTRO CASO. ;-))

  41. x danielaSe DIO è con me chi sarà contro di me???>>>vedi un pò tu… c\’è la fila !!!! ci sarebbero tutti quelli che usano la ragione, quelli che si sono creati un Dio alternativo al tuo (circa 4 miliardi di persone) e coloro che non vogliono che il loro rapporto con dio abbia legami e sia impastoiato da quello che gli uomini hanno scritto in suo nome ma certo non per sua volontà!!!Sai anche a Napoli abbiamo molti proverbi, uno dice: a lava\’ a\’ capa o ciuccio si perde acqua e sapone!!! Ciao

  42. A proposito di "diffidiamo di chi ha troppe certezze", rispondo: ma è così incomprensibile che si parli di ciò che si sperimenta??? Quando la si finirà con il ruolo di critici e si deciderà di diventare i protagonisti della storia?Fino a quando si sta al di fuori la trama non la si comprende mai veramente………….che si giudica???

  43. Infatti come al solito non hai capito!Fila o non fila, io sto a POSTO! Non ha importanza, l\’importante è stare con LUI .Bravo il proverbio mi piace, finalmente l\’hai capito che non ci esce nnt.

  44. P.SIl tuo metodo lo usi da tanto, e non è che ti ha portato alle risposte.Io le risposte le ho trovate..Non è detto che il mio conoscere DIO sia proporzionale alla tua non conoscenza, IO SONO IO;TU SEI TU.Il giorno che lo capisci fai un fischio!

  45. Bravo il proverbio mi piace, finalmente l\’hai capito che non ci esce nnt.>>>>mica è un problema mio…. io non devo fare proselitismo come mi ha comandato il mio Dio.

  46. Angelo, angelo……lo conosci quel PROVERBIO………"Non c\’è peggior sordo di chi non vuole sentire"…Tu confondi la FEDE con le CERTEZZE che non hai!!Se solo provassi a fidarti di Dio ( avere fede cioè) scopriresti che trovarlo è molto più fcile che cercarlo come stai facendo tu!!E nonsi tratta di essere CERTI o di non avere mai DUBBI xkè ti abbiamo spiegato 1000000 volte che i dubbi sono UMANI e intrinsechi nella natura di ogni essere Dany inclusa ;D

  47. P.S.Io parlo di DIo e la cosa finisce lì, sembra quasi che ti tartassi la vita, disturbandoti in ogni dove per convertirti, quando usi questi toni sei incoerente!Non ti sei alterato perchè ho detto che non ho intenzione di parlare delle scritture con Giovy? A sì io sbavo per i proseliti, assecondo la gente e scendo a compromessi…Angelo fai la cortesia… prima di dire il contrario delle cose che affermi comincia a contare!

  48. Daniela, arrivata a questo punto io vorrei capire , ma hai qualche risentimento nei miei confronti?Se il mio modo di pensare, di vivere la mia fede e di essere sincera prima di tutto con Dio e poi con i fratelli lo ritieni sbagliato, offensivo, dillo chiaramente;io non scendo a compromessi se e\’ questo che pensi, avere dei dubbi o non accettare certe realta\’ che vivo quotidianamente a scuola o in altri posti non significa certo dimenticare che Dio ci chiama a fare la sua volonta\’ obbedendo alla sua parola.Non sono contraddittoria sono solo realista e credo fermamente che certe posizioni siano forzate..Ma ti ripeto io voglio capire perche\’ se nella tua sfera di ragionamento io per te sono una falsa, che sta offendendo la "verita" e che scende a compromessi per entrare nelle grazie di qualcuno allora sorella per me finisce qui ogni tipo di dialogo.Io ti rispetto e ho sempre cercato di dialogare con amore con te come con chi non crede, ma dai commenti delle ultime settimane ho letto tra le tue parole diffidenza e in alcuni casi anche offese , spero di cuore di sbagliarmi e se e\’ cosi\’ ti chiedo scusa gia da adesso in caso contrario continuero\’ a rispettarti e nel mio cuore a volerti bene ma continuare a dialogare con chi non ha stima di me non ha senso.

  49. Il Contradditorio non era per te, il mio commento era per Angelo.

  50. No Giovy, nessun risentimento, quando vorrai parlare della volontà di DIO, rispecchiata nella Sua Parola sarò sempre disponibile, se dobbiamo litigare per i DOGMI che alla luce della Parola di DIO sono FALSI, non sono interessata. Questo è quanto ,nnt di più e nnt di meno.Non centra la stima, nè la diffidenza, quando si parla di DIO, bisogna essere pronti per amor Suo a mettere in discussione ogni particella di noi stessi, e credo che tu sei molto legata alla tradizione e non alla Parola di DIO, questo ho capito ed è per questo che mi sono posta in tale maniera.Io non credo che tu scenda a compromessi, penso che hai una visione sbagliata di quello che realmente DIo ci chiede, cioè non di cercare l\’unione delle religioni, ma di cercare l\’UNIONE nel messaggio della sua Parola , perchè il suo popolo edifica il Suo corpo,non quello di Budda ecc….DIo ti benedica.

  51. Daniela se fossi legata alla tradizione piu\’ che alla parola ora non mi troverei in conflitto con alcune posizioni della chiesa , per quanto riguarda la parola di Dio, l\’unica cosa che non mi si puo\’ dire e\’ proprio quella di mettermi sempre in discussione ;il rapporto che abbiamo con Gesu\’ e\’ troppo intimo e quotidiano per essere compreso attraverso dei commenti e quelli che mi conoscono un po\’ sanno che amo Cristo con sincerita\’ di cuore; e\’ vero sono legata alla chiesa cattolica di cui non ho mai nascosto certi suoi errori ma tutto questo non mi ha impedito di continuare ad essere me stessa, sono realista e sincera e lo saro\’ sempre, una scelta di vita che so\’ benissimo porta chi mi conosce o ad amarmi o ad odiarmi ma vabbene cosi\’.Per il resto ho preferito chiarire e dirti cio\’ che pensavo come faccio sempre…Dio benedica anche te !

  52. Io penso che dovresti mettere in discussione tutto a 360 gradi.Quel giorno capirai cosa voglio dirti, quando comincerai a leggere la Bibbia guardando dentro di lei con il sentimento con cui chi scrive,dice quello che dice.Io ti credo quando dici di essere sincera,sai cosa disse Paolo?Mosè stimò il vituperio di Cristo ricchezza maggiore dei tesori d\’ Egitto..Apri quel libro e leggilo chiedendo a DIO, la Sua diretta interpretazione.DIo ti benedica.

  53. Dio parla "di e con" amore, le forzature…di interpretazione e di applicazione da ovunque esse provengano non mi piacciono, cio\’ non toglie che sono felice per te se riesci a vivere la parola di Dio a 360 gradi .Non niente altro da aggiungere …pace e bene!

  54. Giovy forse non hai iletto bene cosa ti ha scritto Dany…. non ti ha detto di FORZARE L\’INTERPRETAZIONE DELLA BIBBIA ma di leggerla semplicemente chedendo a Dio (con cui hai poco prima scritto di avere un rapporto personale e io ci credo), di farti capire ili Suo messaggio personalmente…. è una rivelazione personale che tantissime persone possono testimoniare di aver avuto….un esempio ? L\’apostolo Paolo…. + rivelazione personale di quella!!? ;D

  55. Esatto Miriam, volevo dire questo.

  56. X daniela>>>credo che tu sei molto legata alla tradizione e non alla Parola di DIO>>>Questa affermazione la dice lunga sulla tua attenzione agli scritti degli altri… loro devono cambiare tu no, tu hai raggiunto la vetta, tu hai la verità assoluta e imprescindibile tu hai solo certezze, complimenti. Macro segnatelo mi raccomando.

  57. x giovysei sulla buona strada… cerca solo di non cadere dalla padella alla brace…. 🙂

  58. Se Gesù è la vetta, l\’ho raggiunta ;-))E come ti ho detto all\’incirca 3000 volte di Lui non dubito,spero di essere chiara questa volta,segnatelo come appunto anche questo!

  59. Io benedirò l\’Eterno in ogni tempo, la sua lode sarà sempre sulla mia bocca. 2 L\’anima mia si glorierà nell\’Eterno; gli umili l\’udranno e si rallegreranno. 3 Magnificate con me l\’Eterno ed esaltiamo tutti insieme il suo nome. 4 Io ho cercato l\’Eterno, ed egli mi ha risposto e mi ha liberato da tutti i miei spaventi. 5 Essi hanno guardato a lui e sono stati illuminati, e le loro facce non sono svergognate. 6 Quest\’afflitto ha gridato, e l\’Eterno lo ha esaudito e l\’ha salvato da tutte le sue avversità. 7 L\’Angelo dell\’Eterno si accampa attorno a quelli che lo temono e li libera. 8 Gustate e vedete quanto l\’Eterno è buono; beato l\’uomo che si rifugia in Lui. Appuntalo 😀

  60. Giovy: tu scrivi che la Chiesa "poi ti giudica" … Non è così. Tu puoi fare, dire e pensare quello che vuoi, l\’unica autorità cui devi rispondere è lo Stato. La dottrina cattolica nasce per rendere l\’uomo più libero e più felice. Che poi ci riesca o meno dipende da come la vedi tu. Se non ti piace rifiutala. Punto. E riguardo a generalizzazioni sul genere omosessualità, preservativi e via dicendo informati meglio perché ciò che scrivi non fa parte della Dottrina, non è approvato dalla Dottrina, è contrario alla Dottrina.Mi spiego. Un omosessuale è innanzitutto mio fratello. E la Chiesa Cattolica mi insegna ad amarlo.Questo è l\’insegnamento.Se vuoi rifiutare l\’insegnamento catolico sei perfettamente libera di farlo ma prima, almeno, informati. Io ho già scritto in merito (e se ti interessa la verità e non la propaganda la trovi qui: http://www.poetika.it/topic.asp?id=2800 ) . La Dottrina si riassume in una sola formula: «Ama e fa\’ ciò che vuoi». (Sempre dall\’ultima omelia. Non ho mai udito una parola di condanna – sempre di amore incondizionato e pace.)Se volete smentirmi accompagnatemi a Messa, d\’accordo? Udrete con le vostre orecchie e vedrete con i vostri occhi.Un saluto,Davide

  61. Marco Lodeserto(Non in linea)ha scritto: Non ci si può prendere due giorni di "ferie" che i commenti aumentano in maniera esponenziale. :-)Niente di nuovo comunque e quindi la mia risposta non sarà troppo lunga. Volevo però soffermarmi un attimo sulle esperienze personali perchè dalle parole di qualcuno è sembrato che chi vive un esperienza personale con Dio abbia maggiore voce in capitolo. Chi crede di parlare con Dio avrebbe quindi quelle certezze che gli altri non hanno. Già le religioni, di per sè, sono egoiste, ma chi vive un esperienza personale con Dio, in automatico lo diventa ancor di più. Quello che non capite invece è che per dimostrare l\’esistenza di un Dio le esperienze personali contano meno di zero, soprattutto se sono così diverse e ambigue. Ditemi ad esempio perchè io dovrei credere alle vostre esperienze e non a quelle di altri uomini di fedi diverse che dicono, esattamente come voi, di avere un rapporto diretto con Dio. O credo a tutti, ma allora in questo caso Dio si prenderebbe gioco degli uomini visto che si manifesterebbe in maniera diversa e con insegnamenti diversi oppure (cosa molto più logica) non credo a nessuno. Per giudicare qualcosa che dovrebbe essere assoluto e universale le esperienze personali non ci servono proprio a niente.

  62. Marco: l\’esistenza di Dio non può essere dimostrata.E la mia esperienza personale o quella di qualsiasi altra persona – per te – effettivamente non dimostrano nulla… tu non devi credere ciecamente alla mia o altrui esperienza: devi cercare la verità per conto tuo. Quale che sia…Un saluto.Davide

  63. Ho paura a dirlo…. sono daccordo con DAVIDE…AHAHAHH! MArco anche io ho avuto il tuo problema talvolta :Non ci si può prendere due giorni di "ferie" che i commenti aumentano in maniera esponenziale. :-)Ciao Marco.

  64. Marco l\’esperienza intesa come testimonianza attesta che la fede è qualcosa di reale, di tangibile poi ovvio che ognuno ne fa quello che vuole dell\’esperienza degli altri, io personalmente sono stata stuzzicata dalla testimonianza di alcune persone e poichè desideravo quello che percepivo in loro ne ho fatto tesoro , nel senso che ho colto l\’input per una mia verifica ed esperienza personale.Io stavo cercando veramente Dio e la mia ricerca ha trovato appagamento nella persona di Gesù,, che l\’esperienza con Gesù poi sia a sua volta un cammino questo si sà………le certezze si acquistano via via nell\’esperienza quotidiana della vita con Lui, fatta di alti e di bassi ma ripeto con la persona di Gesù e non un formalismo religioso anche se portasse il suo nome, dalla tua esperienza io leggo che hai conosciuto l\’etichetta ma non il prodotto autentico di Cristo altrimenti ti assicuro che non ne saresti rimasto deluso..Cristo è di più……..Dio ti benedica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: