IL MATEMATICO IMPERTINENTE INTERVISTA GESU’

<<Divertente, amaro, paradossale, sorprendente,implacabile… Il libro di Odifreddi suscita passioni vive, risveglia curiosità, stimola reazioni vivaci>>  Corrado Augias, LA REPUBBLICA

 

Impertinente, in senso letterale, è chi <<non appartiene>>, ad esempio a una politica o ad una religione. E non appartenendo, suscita i risentimenti e le stizze di coloro che, appartenendo, lo tacciano di arroganza o insolenza. Il matematico impertinente è una specie del genere, caratterizzata dal fatto di non appartenere non per partito preso ma per motivi mutuati dalla più pura razionalità esistente: quella matematica.

E l’incarnazione del matematico impertinente è Piergiorgio Odifreddi che nei saggi raccolti nel volume “Il matematico impertinente” dispiega l’arsenale della ragione per argomentare che non è affatto vero che non possiamo non dirci cristiani, o che siamo tutti americani, o che la cultura è solo quella mitologica e (pseudo) filosofica sulla quale vive l’informazione. Ed è invece vero che non possiamo non dirci tecnologici, che siamo tutti africani (per buona pace di Calderoli e C.) , e che la cultura è anche (o soprattutto?) quella matematica e scientifica che informa la vita.

 

E di questo volume vorrei condividere con voi una bella “intervista” che il matematico impertinente rivolge al Messia in persona, l’Uomo che ha cambiato la storia dell’umanità.

 

Rabbi, di lei sappiamo soltanto ciò che ci dicono i Vangeli. Si riconosce in quell’immagine?

Certamente no. Essendo rivolti ai pastori analfabeti della Palestina di duemila anni fa, i Vangeli forniscono un immagine di me che all’uomo tecnologico contemporaneo non può non apparire anacronistica. Comunque, quell’immagine era inattendibile anche allora: Marco e Luca non mi conoscevano neppure, tutti gli evangelisti riportano parole dette e fatti accaduti decenni prima che li scrivessero, e il canone è un invenzione del concilio di Roma del 382.

In parte,però,la colpa è anche sua: perché non ha lasciato niente di scritto?

Colui che mi ha condannato a morte sentenzierebbe: Verba Volant, scripta manent. Io preferisco dire che le chiese si edificano sulle pietre delle Scritture, ma le religioni si librano sulle ali della colomba dello Spirito. Per questo usavo continuamente l’espressione <<sta scritto, ma io vi dico>>.

Intende dire che le chiese sono terrene, e le religioni spirituali?

Quello che ho detto, ho detto.

Ma io non ho capito, e insisto: la Chiesa non è religiosa?

Certamente non è cristiana, neppure nel senso limitato di aderire all’immagine che di me offrono i Vangeli. Il cristianesimo non è un’ invenzione mia, ma di Paolo di Tarso: della mia vita, nella sua predicazione, non è rimasto altro che la mia passione.

E’ per questo che il cristianesimo è diventata una religione di morte?

Anche per questo. Non si poteva pensare che l’ossessiva raffigurazione di un uomo flagellato, incoronato di spine e inchiodato ad una croce potesse ispirare sentimenti positivi e gioiosi. Devo ammettere che la serenità dell’iconografia buddhista, così come la vitalità di quella induista, si sono dimostrate superiori alla mia.

Che cosa pensa, più in generale, dell’iconografia religiosa?

Cosa potrei pensare, se non che Il Padre mio l’ha espressamente proibita nel Secondo Comandamento? Comunque, non c’era bisogno dell’onniscienza per capire che le immagini sono le porte di ingresso al regno dell’idolatria: bastava il buon senso, che i miei fedeli non hanno avuto. D’altronde, io ho solo chiesto che mi seguissero, non che mi raffigurassero o mi adorassero: ero l’Agnello di Dio, e mi hanno trasformato in un vitello d’oro.

Però lei ha detto ai discepoli di andare e predicare ovunque la Buona Novella

Io desideravo che il mio insegnamento si diffondesse, affinchè chi avesse orecchie per intenderlo lo intendesse. Ero in buona fede, se posso permettermi l’espressione: come potevo immaginare che le teste calde avrebbero cercato di imporre le mie parole urbi et orbi?

E l’hanno fatto col ferro e col fuoco, nei nomi suo e di Dio

Il nome di Dio non doveva essere nominato invano. Quanto al mio, se avessi saputo che sarebbe stato invocato nelle crociate, nelle inquisizioni e nelle conquiste, non avrei mai abbandonato la mia bottega di falegname: la mia missione era socchiudere le porte del Paradiso, ma ho finito per spalancare quelle dell’Inferno. Purtroppo, a differenza del Padre mio, non sono onnisciente.

Intende dire che lei non è Dio?

Un angelo che dicesse di essere Dio, sarebbe diabolico. Un uomo, soltanto ridicolo.

Ancora una volta, devo insistere: è o non è il Figlio di Dio?

Lei lo dice. Ma chi non lo è?

E i miracoli che faceva, erano opera di Dio o del Demonio?

Gli uomini chiamano miracoli gli eventi che non comprendono. Lei crede veramente che l’opera del Padre mio sia tanto imperfetta da necessitare di correzioni? O che Dio possa acconsentire a modificarla, per esaudire la preghiera di un uomo?

Dunque non bisogna pregare?

Pregare significa recitare il nome del Padre e compiere la sua volontà, non chiederGli favori e raccomandazioni.

E come si fa a sapere qual è la volontà di Dio?

Bisogna ascoltare la Sua voce, tacitando la propria.

Vuol dire ascoltare la propria coscienza?

<<Coscienza>> è una parola antica, benché più moderna di <<Dio>>. Forse, se voi usaste <<inconscio>> , capireste meglio ciò che intendevo quando dissi: <<Il regno di Dio è dentro di voi>>.

Non credo che il mio inconscio mi direbbe di rinunciare ai piaceri della carne.

Né glielo suggerirebbero le parole del Cantico dei cantici. O l’esempio di chi, come me, si faceva asciugare i capelli da una prostituta. Sono i sepolcri imbiancati che indossano la veste nera, a chiamare <<morale>> la perversione predicata da Paolo.

Quanto al mio conscio, mi riesce difficile coniugare la teoria che lei predicava con la pratica di chi oggi le si ispira.

Se si riferisce al mercimonio che si è compiuto e si continua a compiere nel mio nome, quando giungerà l’ora della mia seconda venuta tornerò al tempio per cacciare i mercanti che vi si sono re insediati e rovesciare i banchi delle loro mercanzie.

In particolare, che ne pensa della recente inflazione della lista dei beati e dei santi?

Come il Padre mio ha fermato la mano di Abramo, io fermerò quella del mio vicario che non sa quel che fa: perché è più facile che una corda passi per la cruna di un ago, che uno dei suoi santi vada in Paradiso.

Dunque all’Inferno ci va veramente qualcuno?

In verità, in verità le dico: all’Inferno ci finiscono quasi tutti quelli che sperano di non andarci. Il detto <<le vie del Signore sono infinite>> l’ha inventato il Diavolo, per nascondere che invece quasi tutte le vie portano a lui: soprattutto quelle indicate da coloro che usurpano il mio nome. 

21 Risposte

  1.  EHEHEHEHE IO LO ADORO QUELL\’UOMO……
    CHISSà SE GESù AVEVA MAI PENSATO AL PARADOSSO DEI GELATI… CHISSà SE DIO E IL DIAVOLO ERANO GELATAI…
    EHEHEHE

  2. PARADOSSO DEI GELATAI…. SCUSA ! 

  3. Interessante …..
    cosa dice il paradosso dei gelatai??

  4. PINUCCIO, VAI SU YOUTUBE E CERCA ODIFREDDI, DOVRESTI TROVARE TRA I VIDEO CORRELATI QUELLO CHE SI CHIAMA "IL PARADOSSO DEI GELATAI", IN REALTà è RIFERITO AD UNA CONDIZIONE POLITICA MA CHIARISCE ANCHE I RAPPORTI TRA PARADISO E INFERNO, ANGELI E DEMONI…
    INSOMMA QUANDO DUE OPPOSTI SI CONTENDONO LA CLIENTELA…. 

  5. ok grazie…. 

  6. figurati.. 😉 

  7. Ciao,
    sono Anna, ho appena aperto il mio blog, è ancora vuoto ma se vuoi aiutarmi a riempirlo ti ringrazierò.
    Anche io sono molto devota a Gesù Cristo, mi farebbe piacere parlare con te.
    Grazie, ciao 

  8. Perchè ce l\’hai con me? Non ti ho fatto niente…

  9. Ma chi è che ce l\’ha con te????????? non ti conosco nemmeno!!!!!!!!!!! 

  10. Siete pronti a bruciare all\’inferno miscredenti???…..  Il Giorno del Giudizio vi aspetta implacabile…..  decidete adesso se purificarvi adesso o in eterno nel fuoco infernale …. cani blasfemi tacete!!!

  11. Io sono UNA GRAN TESTA DI CAZZO, ho impedito di commentare il mio blog ai miei utenti perchè non so CHE CAZZO RISPONDERE quando mi fanno notare CHE SONO IMBECILLE E SCRIVO PUTTANATE. HANNO RAGIONE, SONO UN COGLIONE!!!  

  12.  

    VI RICORDATE QUANDO SCRIVEVO NEL MIO BLOG:
     
    Questo è un blog, non un forum!
    Non intendo sottrarmi al confronto ma ritengo che il blog non sia un luogo consono a tale fine; rigetto, pertanto, ogni intento volto a trasformare un commento nell’ennesima occasione di dibattito.Ognuno, se lo desidera, è libero di lasciare la propria opinione, purché lo faccia con educazione e spirito critico costruttivo.
     
     
    MENTIVOOOOOOOOOOO
    IO MENTIVO PERCHè NON SONO IN GRADO DI RISPONDERE ALLE CRITICHE COSTRUTTIVE CHE MI SONO STATE MOSSE, NON SO UN CAZZO DELLA DOTTRINA IN CUI DICO DI CREDERE E SONO ARROGANTE E PRESUNTUOSO. HO CANCELLATO I COMMENTI NON PERCHè FOSSERO OFFINSIVI BENSì PERCHè DIMOSTRAVANO LA MIA IMBECILLE INFERIORITà INTELLETTIVA.
     
    SONO UN IDIOTA!!!  ORA BASTA, ORA VOGLIO DIRE CHE LA CHIESA è MAFIOSA, FATTA DI PRETI PEDOFILI E PRETI CRIMINALI CHE SANNO E NON PARLANO, FATTA DI BUGIE E FURTI. CRISTO NON è MAI ESISTITO E IL VATICANO CI FOTTE SOLDI, QUESTA LA SACROSANTA VERITà
     
    BASTA CHIESA DI MERDA!!

  13. Ciao grazie della visitina!! Bel Blog e grande Odifreddi!

  14. A parte che il tuo "libro" non è altro che la ripetizione di altri libri (che almeno erò sono stati venduti mentre il tuo è on line e lì resterà…), ma poi si nota che vivi un grande disagio, mi spiace davvero tanto per te, di certo sei una persona infelice ma spero che prima o poi tu possa tranquillizzarti. Sei solo una delle tante voci tristi della rete, le tue argomentazioni contro la Chiesa sono le medesime i altri, tutte argomentazioni banali che non scalfiscono la fede vera.
    Ora ti saluto e ti auguro di trovare di meglio da fare che postare luoghi comuni. 

  15. Ciao, il tuo blog è molto interessante e divertente. Il libro di Odifreddi lo sto finendo di leggere esattamente in questi giorni. è molto interessante e sicuramente riesce a muovere curiosità e riflessione provocando anche qualche sorriso sulle ingenuità e incoerenza del grande matematico che nn sa parlar d\’altro che di matematica. spero continui a fare calcoli nella sua vita e d nn curarsi di ciò a cui nn crede. Riguardo a te che prooponi riflessioni da condividere assieme…penso siano reazioni divertenti e anche inutili quelle cm cattolico massiccio, ma non condivido pienamente ciò che viene detto dal collega precedente :)…bè cercate di trovare argomenti più validi per criticare la Chiesa e tt quello che criticate. Perchè penso al di là della chiesa come istituzione, dentro di te cosa c\’è? cosa orienta la tua vita…forse nn necessariamente un dio…e allora cosa?…andiamo al sodo della questione, fuori da ogni calcolo e istituzione. Ciao e complimenti per il blog
     

  16. per MORALIZZATORE… scusami: sn d\’accordo cn te…ho sbagliato a scrivere. 

  17. x Antilope:
     
    1- Grazie per i complimenti
    2- Io in Dio ci credo quindi hai sbagliato in partenza con me
    3- Dovremmo trovare argomenti più validi per attaccare la chiesa??? Mi sembra che milioni di morti in 2000 anni di storia siano argomenti più che validi; ma se dici di no non offendi di certo me ma quelli che hanno sofferto a causa di questa Chiesa.
    4- Ciao!

  18.  x Moralizzatore
     
    Ma bravo!!! hai scoperto l\’acqua calda! So benissimo che il mio libro è una raccolta di altri libri o saggi presi dalla rete ma se l\’hai letto ci sono anche alcuni spunti personali all\’interno. Se avessi letto anche il post dove presentavo il libro ti saresti accorto che io non ho nessuna intenzione di pubblicarlo visto che non voglio guadagnarci assolutamente nulla!!! Il mio intento era solo quello di portare un principio di conoscenza a chi queste cose non le sa perchè o non ha tempo di andarsele a cercare o non ha voglia. Ma la tua mente stupida e bacata non ci è arrivata proprio a fare questo tipo di ragionamento. Io vivo un grande disagio????? ahahahahahahah questa è bella!!!! non sono mai stato più sereno in vita mia come in questo periodo. Le argomentazioni mie contro la chiesa sono come quelle degli altri??? ma dai, non ci avevo fatto caso. Se ne scoprissi di nuove non sarei certo qui ora. Ma per i motivi per cui le scrivo ti rimando a qualche passaggio fa, sempre se la tua mente riesce a trovarlo.
    tu ateo??? ma fammi il piacere, non ci credo nemmeno se lo vedo. E penso anche di sapere chi tu sia, caro CRETINO!!!!

  19. Uh ma come si scalda il nostro Marco 😉
    Sì sono ateo, e ti sembra strano ma sai perché? Perché forse tu non concepisci il dialogo, il sereno dibattito con chi la pensa diversamente, io invece ho molti amici credenti con i quali mi confronto anche.
    Tra l\’altro ti conosco, ed il tuo Blog non ti smentisce, ma cerca di fare qualcosa di serio va 😉

  20.  Mi conosci cosa???? Chi ti ha mai visto e sentito??? Io non accetto il dialogo? questa è la più grande stronzata che ho sentito visto che non faccio altro che cercare il dialogo. Non hai nemmeno il coraggio di dire chi sei, sei solo un buffone!

  21. ciao Marco…io ho provato a mandarti una mail per poter scambiare  delle opinioni riguardo all\’argomento….ma nn ti è arrivata sembra. Cmq lascio il mio indirizzo mail. Ero sicuro della tua risposta. Con tt il dovuto rispettoa nche per moralizzatore penso che questo blog sia uno dei piu seri, coerenti e forse  culturalmente  preparato di quelli che parlano criticano la Chiesa. Ne ho trovati tanti davvero molto ridicoli e stupidi senza alcuna vera riflessione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: