UN SOGNO… DIVENTATO REALTA’

Quando sei un bambino il tuo sogno è quello di alzare la Coppa del Mondo, fare un goal alla finale dei mondiali, gioire e far gioire milioni di persone.
Ma se non nasci con le qualità di calciatore, o se non hai avuto la fortuna di arrivare a vestire la maglia della nazionale l’unica cosa che ti rimane da fare è tifare con tutte le tue forze quei 23 ragazzi.
Perchè quei 23 ragazzi rappresentano un intera nazione, rappresentano ogni singolo tifoso, rappresentano anche te.
Loro possono realizzare il tuo sogno, il loro sogno; possono alzare quella coppa e portarla davanti a tutti noi.
E cosi è stato il 9 luglio 2006, un giorno che per sempre rimarrà nella mia memoria e in quella di chi ha tifato, di chi ha gioito, di chi per la prima volta provava queste emozioni.
Nel 1982 io non ero ancora nato, la cavalcata vittoriosa in spagna la potevo vedere solo in televisione, come i gol di Pablito Rossi o l’urlo di Tardelli.
Ma ora ci sono nuove immagini di festa, nuovi simboli; come l’urlo di Grosso dopo il gol alla germania, l’esultanza di Totti dopo il rigore contro l’australia o il momento in cui Cannavaro alza la coppa.
Questa volta posso dire che c’ero anch’io!
Ho sofferto con loro, sono stato male, ho esploso la mia gioia ad ogni singolo gol fino all’ultimo rigore.
Mi sono commosso quando di fronte a un milione di tifosi al circo massimo esibivano la coppa sotto le note di “We are the Champions”…
E’ stato quello il momento in cui ho preso piena consapevolezza di essere diventati campioni del mondo.
Dico diventati perchè lo siamo tutti , da Grosso che ha tirato il decisivo calcio di rigore a un comune tifoso che festeggiava in una qualunque piazza d’Italia.
Lo sono anch’io e per questo ne vado fiero.
In verità in pochi credevano in questa nazionale, mentre ora tutti la elogiano, ma non è il momento di fare polemiche questo.
E’ stato un campionato bellissimo per noi; non c’è stato un gran gioco è vero ma ha vinto la squadra più unita, più compatta (come ha detto Lippi), con la miglior difesa e con il cuore più grande di tutte.
Sono tante le coincidenze che hanno portato questa nazionale a vincere, come a pensare che era tutto già scritto, tutto nel nostro destino.
Se Zaccardo non avesse fatto quell’autogol (unico gol subito da Buffon fino alla finale) forse Grosso non sarebbe diventato titolare; non si sarebbe procurato il rigore contro l’australia, non avrebbe fatto quel memorabile gol alla germania e non avrebbe tirato il rigore decisivo alla Francia, in poche parole non sarebbe diventato l’eroe di questi mondiali.
Se Nesta non si fosse infortunato contro i cechi non sarebbe arrivato il gol di Materazzi contro questi ultimi ma soprattutto quello in finale contro la Francia.
Se De Rossi non avesse fatto quella sciocchezza contro gli USA, con la conseguente squalifica, Gattuso non sarebbe diventato uno dei migliori di questo mondiale.
Ecco cosa intendo per coincidenze, il destino che si mette di mezzo per fare andare le cose come dovevano andare.
E poi molte analogie con il 1982: le scandalo scommesse allora, moggiopoli ora, i rolling stones in italia adesso come 24 anni fa, battere in semifinale la squadra del Papa con lo stesso risultato.
Non so chi abbia scritto questa “sceneggiatura” ma sicuramente merita un oscar perchè niente mi aveva fatto emozionare cosi tanto.
 
Ora passiamo ai giudizi singoli, perchè ogni giocatore merita qualche parola di ringraziamento. Ci sarà il voto complessivo dei mondiali e tra parentesi la media delle pagelle.
 
Eccoli i 23 campioni del mondo:
 
Buffon: 9 (7,6)
 
Quasi mai chiamato in causa dagli avversari contro Ghana e Usa il suo vero mondiale è cominciato contro la Rep.Ceca. Nedved lo avrebbe ammazzato, contro l’australia decisivo nel momento più duro in 10 uomini, con l’ucraina eroico con grandi interventi, con germania e francia l’apoteosi finale. Per uno che forse rischiava di non partecipare a questi mondiali una gran bella rivincita.
“Santo subito”!!!
 
Amelia e Peruzzi: 7
 
Gli unici a non essere mai scesi in campo, fanno parte comunque del gruppo e quindi merito anche a loro. Per peruzzi la fine di una bella carriera, per amelia uno splendido futuro davanti.
 
Zambrotta: 8,5 (7)
 
Salta la prima partita per infortunio, fa un pò di fatica ad entrare in forma, cresce contro l’australia ed esplode contro l’ucraina. Gol, salvataggi, assist; e poi Germania e Francia quasi allo stesso modo.
Tra i migliori della spedizione azzurra si è confermato uno dei migliori terzini al mondo.
 
Nesta: 7,5 (7,5)
 
Fin quando ha giocato dietro non ce ne era per nessuno. Lo perseguita una maledizione ai mondiali che lo vede sempre infortunato. Un guaio muscolare lo toglie dai giochi alla terza partita ma questo titolo è anche suo.
 
Cannavaro: 10 (8)
 
Il migliore in assoluto. Il pallone d’oro dei mondiali doveva andare a lui.
Un vero e proprio muro in difesa, non ha mai sbagliato un intervento. Solo Henry lo ha messo leggermente in difficoltà.
Ha giocato con una sicurezza e continuità disarmanti, gli avversari avranno ancora gli incubi.
Il simbolo di questi mondiali è lui, il nostro capitano,
Fabio Cannavaro!
 
Grosso: 9 (7)
 
La rivelazione di questi mondiali è proprio lui. Partito non benissimo, forse per l’emozione dell’esordio ad un mondiale diventa decisivo nella fase più importante della manifestazione.
Rigore procurato a un secondo dalla fine contro l’australia, gol leggenda ai supplementari contro la Germania, rigore decisivo che ci regala la coppa contro la Francia.
Quella corsa dopo il gol alla germania rimarranno per sempre nella storia del calcio e nella nostra mente.
Eroe!
 
Materazzi: 8,5 (7,4)
 
La più grande rivincita se l’è presa lui. Un ragazzo a volte troppo istintivo, troppo falloso, questa l’etichetta che si è dovuto portare addosso da sempre.
Quando è entrato contro i cechi saranno stati in parecchi a fare gli scongiuri ma Marco ha fatto ricredere tutti. Ha segnato un gol bellissimo e ha fatto una partita perfetta in difesa. Poi l’espulsione ingiusta contro l’australia; torna contro la germania con un altra bell partita fino alla finale dove segna ancora diventando goleador azzurro insieme a Toni, segna un rigore perfetto e diventa anche lui campione del mondo.
 
 Zaccardo: 6 (5,7)
 
Su di lui forse pesa l’autogol contro gli stati uniti. Ma se non ci fosse stato quell’autogol forse Grosso avrebbe fatto più partite in panchina e chissà come sarebbe andata a finire.
Entrato con l’ucraina si è però fatto trovare nuovamente pronto e poi ha ancora tanti anni davanti per dimostrare quanto vale.
Intanto il titolo è anche suo, ricordandoci che il gol qualificazione a questi mondiali contro la slovenia è proprio suo.
 
Barzagli: 7 (6,5)
 
E’ dovuto entrare contro l’australia a causa dell’espulsione di materazzi e non è affatto dispiaciuto. Si è ripresentato titolare contro l’ucraina e ha fatto una gran partita a fianco al capitano.
E’ il futuro della nostra difesa e se chi ben comincia è a metà dell’opera…
 
Oddo: 6,5 (6,5)
 
Utilizzato solo pochi minuti contro l’ucraina ha comunque partecipato a questo mondiale e per lui anche quei pochi minuti sono stati un sogno.
Nominato ufficialmente acconciatore dai suoi compagni ha un futuro in questo campo quando smetterà di giocare.
 
De Rossi: 6,5 (5,7)
 
Buono il suo esordio contro il ghana, da dimenticare la partita con gli USA e la relativa espulsione. Si è rivisto in finale quando è entrato nel momento peggiore dei nostri non incidendo più di tanto ma ha il merito di aver segnato uno dei rigori che ci ha portati alla vittoria.
E’ uno dei ragazzi su cui puntare per il futuro di questa nazionale sperando possa vivere altri momenti come quello di domenica magari con più maturità.
 
Pirlo: 9,5 (7,5)
 
E’ stato lui l’altro grande protagonista di questi mondiali. E’ partito alla grandissima con due partite perfette e con il primo gol della spedizione azzurra.
Ha recuperato palle, ne ha giocate una marea, sempre con intelligenza e lucidità, sbagliando praticamente nulla.
Nel suo ruolo è indubbiamente il più forte al mondo e dopo un paio di partite in cui la stanchezza gli aveva tolto un pochino di lucidità è tornato grande nella semifinale con l’assist per Grosso e nella finale per Materazzi. Man of the match per la Fifa nella finale non si era mai visto esultare tanto in vita sua.
Per questa nazionale insostituibile!!!
 
 
Gattuso: 9 (7,25)
 
Il gladiatore di questa squadra. Il giocatore che non molla mai, quello che rimane attaccato alle caviglie dell’avversario fino all’ultimo secondo.
L’uomo che ha fermato prima shevchenko e poi zidane, quello che più di tutti forse voleva questo titolo mondiale e che ha lottato con tutte le sue forze.
In una parola: Ringhio!!!
 
Perrotta: 7,5 (6,7)
 
Il migliore dei nostri nella partita inaugurale contro il ghana è calato poco a poco fino alla non entusiasmante prestazione con la Francia.
Comunque sempre titolare di questa squadra ha saputo rendersi protagonista e gli è mancato solo il gol.
 
Camoranesi: 7 (6,4)
 
Come ho detto più volte un mondiale non all’altezza delle sue qualità; ha sempre fatto un pò di fatica a saltare l’uomo e non si è mai visto il vero camoranesi.
Qualche discreta prestazione ma nè carne nè pesce.
 
Barone: 6,5 (6,5)
 
Pochi minuti contro la repubblica ceca e contro l’ucraina più che altro per far rifiatare la squadra. Si è comunque fatto trovare pronto.
 
Totti: 7,5 (6,4)
 
Dopo l’infortunio shock di febbraio nessuno avrebbe scommesso su una sua partecipazione a questo mondiale.
Ci è arrivato con una condizione precaria ma Lippi ha dimostrato di credere sempre in lui facendolo partire titolare fin dalla prima partita. E’ cresciuto piano piano e con L’ucraina ha segnato il rigore decisivo che ci ha portato ai quarti di finale dove ha giocato la sua miglior partita.
Dopo 120 minuti buonissimi contro la germania era stremato e contro la francia non ha mai visto la palla.
Si merita comunque un elogio per la grinta e la determinazione che lo hanno portato a diventare campione del mondo. E ora speriamo non lasci, c’è un europeo da conquistare!
 
Del Piero: 7,5 (6,5)
 
Un altro da elogiare per come si è sempre comportato, da giocatore e da uomo.
E’ stato in panchina, è rimasto zitto, ha subito critiche a valanga ma quando è entrato si è fatto trovare prontissimo e con la germania ha potuto urlare tutta la sua rabbia e la sua gioia al mondo con un grande gol.
Un grande campione!
 
Iaquinta: 7 (6,25)
 
Uno dei pupilli di Lippi, il dodicesimo uomo di questa squadra.
Con il ghana il gol della tranquillità, contro gli USA inesistente, contro l’australia pessimo si è preso la rivincita contro la germania dove il suo ingresso è stato decisivo per sfiancare la difesa tedesca.
Un pò su e giù ma comunque bravo.
 
Inzaghi: 7
 
Sapeva che avrebbe giocato pochissimo a questi mondiali, portato solo perchè Vieri era infortunato.
Dopo tre anni incubo e lo spettro del ritiro Pippo non ha mai mollato. Dopo una stagione di nuvo da protagonista al Milan si è guadagnato a suon di gol la partecipazione a questo mondiale e nei pochi minuti in cui è sceso in campo contro i cechi ha trovato anche il gol. Mitico Pippo!
 
Gilardino: 7,5
 
Uno dei più sfortunati in fase conclusiva. Un palo contro il ghana, uno clamoroso dopo una splendida azione contro la germania, ma soprattutto un immenso lavoro di sacrificio lì davanti per far salire la squadra e per fare sponda per gli altri compagni. Un gol è comunque riuscito a farlo contro gli Usa ma la cosa più bella di questi mondiali l’ha fatta contro la germania con quello splendido assist per il gol di del piero. Il futuro dell’attacco della nazionale è comunque lui!
 
Toni: 7,5
 
Ha faticato a trovare il gol, ha preso una traversa contro il ghana e tante occasioni contro l’australia. Ha segnato una bella doppietta contro l’ucraina facendoci sperare in lui per le ultime due partite ma purtroppo sono stati gli unici due gol che è riuscito a insaccare.
Contro germania e francia ha dovuto sobbarcarsi tutto l’attacco azzurro sulle sue spalle e lavorare per due e l’ha fatto in maniera egregia. In finale una traversa e un gol annullato ma alla fine fa festa anche lui.
 
 
Lippi: 9
 
Non mi sono trovato molto d’accordo con lui in qualche scelta e in qualche sostituzione. Con l’australia a mio avviso ha sbagliato tutto, con la germania è stato perfetto e con la francia forse poteva fare meglio.
Ma ha un merito enorme ed è quello di aver portato in germania un gruppo unito, fantastico, compatto come dice lui.
Se ne è fregato delle critiche, di chi lo attaccava prima di questi mondiali per altre vicende. Ha continuato il suo lavoro sapendo che comunque sarebbe andata, lui avrebbe lasciato la squadra.
E’ andata bene, ha vinto un mondiale e non gli si può dire nulla sul paino tecnico perchè ogni sua scelta è stata premiata.
Rimarrà sempre nella memoria di tutti e non smetteremmo mai di ringraziarlo per averci regalato il quarto titolo mondiale.
 
 
E ora bisogna pensare al futuro…
La nazionale ripartirà alla guida di Roberto Donadoni a cui faccio un mega in bocca al lupo e l’augurio di ripetere i successi del suo predecessore.
C’è da conquistare la qualificazione all’europeo 2008, c’è da vincerlo, c’è una confederation cup nel 2009 e il mondiale del 2010.
Ma un obiettivo alla volta ricordandoci che a tutte queste competizioni parteciperemo come
 
Campioni del mondo!!!
 
Grazie ragazzi!!!
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CAMPIONI DEL MONDO!!!!

Ore 22:41: Il cuore di 30 milioni di italiani si ferma…
 
Tutti in apnea per seguire il calcio di rigore che ci può consegnare la quarta coppa del mondo della nostra storia.
Sul dischetto si presenta Fabio Grosso, 29 anni, giocatore sconosciuto a mezzo mondo (vero Platini?!); che fino a due anni fa giocava in serie b con il Palermo.
Il giocatore che ci ha portato alla finale mondiale con il rigore procurato contro l’australia e il gol memorabile contro la Germania.
Era li sul dischetto del rigore tranquillo, consapevole che se avesse insaccato la palla in rete il suo sogno si sarebbe avverato, il sogno di milioni di tifosi si sarebbe avverato.
Fabio ha calciato sicuro, ha spiazzato Barthez e ha riportato la coppa in Italia dopo 24 anni.
Alle 22.41 l’Italia è tornata sulla vetta del mondo.
Alle 23 il capitano, Cannavaro, alla centesima presenza azzurra poteva finalmente alzare la coppa al cielo.
Tutto quello che è venuto dopo è stato un tripudio di bandiere, di gente urlante nelle piazze, di fuochi d’artificio; una festa che è durata tutta la notte e continuerà per giorni.
L’analisi della partita è difficile da fare dato che la tensione era altissima (ai rigori mi stavo sentendo male!)
Un primo tempo giocato meglio dagli azzurri che hanno subito dovuto subire un rigore (a mio avviso inesistente) di Zidane nei primissimi minuti.
Il pareggio di Materazzi, la traversa di Toni, e nessun pericolo in difesa facevano ben sperare in vista del secondo tempo.
Purtroppo però l’italia è calata e sono venuti fuori i francesi che ci hanno fatto dannare con Ribery, Malouda e Henry.
L’Italia si è chiusa e ha contenuto i transalpini.
Ai tempi supplementari la musica non cambiava e nemmeno i più freschi iaquinta, De Rossi, e del piero riuscivano a incidere più di tanto con la Francia che continuava a comandare il gioco.
Alla fine del primo tempo supplementare il miracolo di Buffon sul colpo di testa di Zidane che poco dopo tirava un altra testata; questa volta a un giocatore azzurro.
Risultato: Zidane espulso e Francia in dieci.
Si arrivava in poco tempo ai rigori con le due squadre che ormai si tracinavano sul campo per poi finire all’apoteosi (per noi) dei calci di rigore che per una volta ci hanno portato fortuna.
 
Provo comunque a dare le pagelle per la partita di ieri anche se mi riesce come detto difficile visto che non avevo la mente ben lucida.
 
Buffon: 8
 
Non para neanche un rigore ma è decisivo durante i 120 minuti in almeno due occasioini. San Gigi è stato decisivo anche ieri.
 
Zambrotta: 7,5
 
Ci ha salvato nel nostro momento più difficile, era uno dei più “freschi” alla fine. Uno dei protagonisti di questo mondiale.
 
Materazzi: 7,5
 
Un gol fotocopia a quello fatto contro i cechi, un altro sfiorato, chiusure da grande difensore e solo qualche piccola sbavatura. Qualunque cosa abbia detto a zidane non giustifica il gesto del francese. Per uno che è venuto dalla polvere la più grande soddisfazione della vita.
 
Cannavaro: 9
 
Di nuovo perfetto. E la coppa alzata al cielo diventa il simbolo di questi mondiali. Si merita tutto il bene di questo mondo e 30 milioni di tifosi ringraziano! Grande Fabio!
 
Grosso: 8
 
Chiude tutto in difesa, contiene un grande Ribery, cerca anche di rendersi pericoloso in avanti. Ma soprattutto calcia il rigore decisivo, quello che ci fa diventare campioni del mondo. Eroico!!!
 
Pirlo: 8,5
 
Il migliore di questi mondiali insieme a Cannavaro si dimostra in partita fin dall’inizio. Gioca un infinità di palloni, pennella l’angolo per il gol di materazzi e per la traversa di Toni, sfiora il gol su punizione e apre la serie dei rigori con un tiro perfetto.
E gioisce come non mai!!!
 
Gattuso: 8
 
Un altro degli eroi del mondiale e di qiesta partita. Recupera palloni, ne gioca tantissimi sempre con tranquillità. Perde qualche palla ma sa recuperarne il doppio. Una grinta infinita e alla fine anche lui può baciare la coppa.
 
Perrotta: 6,5
 
Non benissimo nella partita di ieri ha cercato comunque di dare il suo contributo.
 
Totti: 6
 
Una sufficienza molto allargata perchè ieri in verità non c’era in campo. La partita contro la germania lo ha sfiancato e il centrocampo francese lo ha ben imbrigliato. Comunque utile in altre partite.
 
Camoranesi: 6,5
 
I soliti alti e bassi di questo mondiale, si procura l’angolo da cui nasce il gol e poco altro.
Più quantità che qualità. La cosa più bella quando alla fine gli tagliano la coda.
 
De rossi: 6,5
 
Entra nel momento peggiore ma ha il merito di segnare uno dei rigori.
 
Del Piero: 6,5
 
Stesso discorso di De rossi. Ma un rigore calciato alla perfezione, il più importante della sua carriera.
 
Toni: 6,5
 
Fa quel che può li davanti da solo, segna anche un gol ma gli viene annullato per giusto fuorigioco.
 
Iaquinta: 6
 
Non incide più di tanto ma entra quando ormai sono tutti cotti e non ha molte palle da giocare.
 
 
 
A breve inserirò l’ultimo intervento su questi mondiali, quello dove esaminerò il cammino dei giocatori durante le 7 partite che ci hanno portato a vincere.
 
Prima volevo però ringraziare i giocatori per tutti i momenti magici che mi hanno fatto vivere in questo mese.
Esattamente un anno fa scrissi il mio primo intervento su questo blog.
In questo anno è successo tanto, ci sono stati momenti felici, altri un pò meno.
Tanti fatti di cronaca, le guerre, le elezioni, le olimpiadi a Torino, lo scandalo del calcio e per finire questo magnifico momento.
A livello personale ho passato un anno su e giù come è normale nella vita di ogni persona. Sto continuando la mia esperienza al servizio civile che finirà tra pochi mesi e poi… chissà.
Ringrazio chi ha visitato questo blog che pochi giorni fa ha raggiunto i 1000 contatti; chi si è confrontato con me sempre in maniera civile. Spero di essere riuscito nel mio intento, che era quello di condividere con voi pensieri ed emozioni.
E grazie anche a chi magari non ha mai letto nulla ma è solo passato a dare un occhiata.
Grazie a tutti!!! E ora tutti a festeggiare… perchè siamo…
 
 
CAMPIONI DEL MONDO !!!
 

LA FINALE E’ NOSTRA!

E’ il 14° minuto del secondo tempo supplementare, Lehman ha appena respinto l’ennesimo tiro da fuori di Andrea (Pirlo). E’ calcio d’angolo…
Manca un minuto e poi saranno di nuovo loro, i maledetti rigori, quei rigori che ci hanno tolto una finale nel 90 e che ci hanno tolto un titolo mondiale nel 94.
I rigori no penso, ai rigori perdiamo di sicuro…
Accanto a me una ragazza che prega, davanti a me migliaia di teste che trattengono il fiato ancora per poco.
Poi il calcio d’angolo (battuto ancora male), la palla che arriva ancora a Pirlo che questa volta invece di tirare la fa passare in mezzo a tre uomini e la fa arrivare a Grosso che non ci pensa due volte e tira al volo………………………………
 
GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLL!!!!
 
L’Italia è in vantaggio, urlo con tutta la voce che ho dentro, mi ritrovo abbracciato a gente che non conosco, ma è questo il bello del calcio, il bello dei mondiali.
 
La folla esplode, ma non c’è neanche il tempo di guardare lo schermo che Gilardino riceve una palla al limite dell’area, la stoppa, assist a Del Piero e GOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLL!!!
 
E sono due, 2 a 0!!!
 
Non ci credo, nessuno ci crede…
Un emozione unica…
Gli occhi lucidi dalla gioia…
Il fischio finale…
La folla in tripudio…
L’ITALIA E’ IN FINALE!!!
 
Ho provato in poche righe a raccontarvi gli ultimi minuti della grande partita di ieri sera, una partita che entrerà nella storia come quel 4-3 del 1970. e questa volta posso dire che c’ero anch’io…
 
Una partita bellissima, 120 minuti di grande calcio, la Germania annientata.
La cronaca della partita penso la conosciate tutti dato che 9 tv su 10 erano accese su raiuno a seguire i nostri leggendari ragazzi.
24 milioni di persone unite per una sola bandiera, una sola maglia, la maglia azzurra.
 
E allora ecco a voi le pagelle di questa memorabile partita che rimarrà a lungo nei nostri occhi e neri nostri cuori:
 
Buffon: 8
 
Ancora una volta perfetto, due grandi parate e tanti interventi con una sicurezza disarmante.
E alla fine uno striscione: Buffon santo subito! Non credo nei santi ma questa volta concordo in pieno! Se c’è qualcuno che fa miracoli è proprio lui.
 
Zambrotta: 8
 
Per ripetere la prestazione contro l’ucraina ci mancava solo il gol, un gol che era quasi arrivato con quella botta stampata sulla traversa all’inizio dei supplementari. Grande partita, in difesa e in attacco dove saltava sempre l’uomo. Mito!
 
Cannavaro: 8,5
 
Non c’è più niente da dire su di lui, il simbolo di questo grandissimo gruppo! solo una cosa: grazie capitano!
 
Materazzi: 7,5
 
Dopo la partita contro l’Australia avevo detto che speravo di rivederlo in campo e cosi è stato. Partita perfetta, come poche in passato. E adesso che recupera Nesta, chi gioca?!
 
Grosso: 9
 
L’eroe di questi mondiali. Prima il rigore procurato contro l’australia quando i supplementari sembravano inevitabili e poi questo gol stupendo a un minuto dalla fine. Non ci credeva neanche lui e alla fine era senza parole. Le parole le abbiamo noi Fabio: sei un grande!
 
Pirlo: 8
 
Tornato di nuovo ad altissimi livelli come all’inizio del mondiale. Non sbaglia un passaggio, fa ripartire sempre la squadra, non butta mai via la palla (e certe volte ti verrebbe da ammazzarlo) ma lui è cosi e quando è in condizione c’è poco da fare, in quel ruolo è il migliore al mondo. E’ stato suo il primo gol di questi mondiali, è suo l’assist che ci porta in finale. Grande Andrea!
 
Perrotta: 6,5
 
Bella partita come al solito ma ha avuto due grandi occasioni e non le ha sfruttate e questo ci poteva costare caro. Per il resto utilissimo!
 
Camoranesi: 6
 
Nè carne, nè pesce. Una partita non ai suoi livelli, si fa anche ammonire.
 
Gattuso: 8
 
Corre come non mai, recupera palloni a dismisura, gioca anche di fino e non sbaglia le ripartenze. Alla fine riceve anche i complimenti di Pelè che forse valgono più di un gol. Si commuove alla fine della partita e dato che non è stato ammonito a Berlino in campo ci sarà anche lui a giocarsi il titolo mondiale. Eroico!
 
Totti: 7
 
Recuperato atleticamente, si va a prendere la palla in difesa e fa ripartire l’azione. Verticalizzazioni e grandi assist come solo lui sa fare. questa nazionale ha bisogno di lui e spero che ci ripensi al suo addio dopo i mondiali. Un gol in finale sarebbe l’apoteosi!
 
Toni: 6,5
 
Si danna l’anima li davanti perchè è solo e deve lavorare per due. Ci riesce ma non ha mai occasioni per segnare. Esce stremato.
 
Gilardino: 7,5
 
Entra e sembra in giornata giusta. Nel primo tempo supplementare un azione da leggenda; supera tre avversari, li mette a sedere e colpisce un palo clamoroso. Si rifà con l’assist del secondo gol quando serve del piero senza guardare. Il gila c’è!
 
Iaquinta: 7
 
Quando è entrato ho pensato: adesso è finita. E invece vincenzo ha sconquassato la difesa avversaria e lahm non riusciva mai a stargli dietro. La finale è anche merito suo.
 
Del Piero: 7,5
 
E’ entrato con la voglia di fare gol. Ne ha sbagliato uno clamoroso e poi ne ha fatto uno davvero bellissimo. Se lo merita tutto, Bravo Alex!
 
Lippi: 9
 
Finora non avevo mai dato il voto a Lippi ma solo ai giocatori perchè alla fine sono loro che entrano in campo. Molte volte non mi sono trovato d’accordo con lui, alcuni cambi di questo mondiale non li ho proprio capiti. Ma tutto questo non importa perchè è riuscito a creare un gruppo fantastico (10 giocatori a segno), a farli giocare tutti e questo non era mai successo con la nostra nazionale. Nella partita di ieri è stato perfetto e anche i cambi gli hanno dato ragione. E ora manca solo un gradino… ma non diciamo altro…
 
 
Aspettiamo oggi la seconda finalista, quella che affronteremo domenica alle ore 20 a Berlino con la consapevolezza che se giochiamo cosi non ce nè per nessuno.
 
Grazie ragazzi per le emozioni uniche che mi avete regalato ieri, grazie di aver unito un paese, grazie di tutto!!!
 
 
FORZA AZZURRI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 

IL SOGNO CONTINUA…

E ora a noi due Germania! Questo era il titolo stamattina sui principali quotidiani sportivi dopo che ieri sera la nostra nazionale si è qualificata alla semifinale battendo l’ucraina con un secco 3-0.
I prossimi avversari saranno proprio i padroni di casa tedeschi, coloro che ci accusano di giocare un gioco brutto, di essere dei parassiti, coloro che finora non hanno fatto altro che offenderci.
La germania arriva alla semifinale con mezzora in più sulle gambe, dopo lo stress psicologico dei calci di rigore e dopo aver fatto non certamente una gran bella figura con l’Argentina che meritava di più questa semifinale.
Una brutta partita quella dei tedeschi che sembrano in calo di condizione ma non diciamo altro…
 
La nostra partita è stata invece praticamente perfetta! Gli azzurri hanno giocato 90 minuti di bel calcio, con una tranquillità assoluta, senza mai commettere fallo e senza mai innervosirsi.
Hanno fatto pressing da subito mandando in tilt il centrocampo e la difesa ucraina che ha potuto ben poco di fronte allo strapotere azzurro nel primo tempo. E nella ripresa quando gli ex sovietici hanno provato a riportarsi in partita hanno trovato di fronte a loro due muri, la difesa e il nostro super portierone Buffon.
Se poi si è sbloccato anche Luca Toni significa proprio che non ce ne era per nessuno.
 
E ora le consuete pagelle con tutti i ragazzi che meritano almeno mezzo voto in più per il loro impegno dimostrato ieri:
 
Buffon: 9
 
Questa volta il voto del migliore in campo se lo merita tutto. E’ grazie a lui se abbiamo potuto vincere con un risultato cosi ampio. Sull’1-0 ha letteralmente salvato il risultato con un colpo di reni fenomenale. Su quell’intervento ha anche sbattuto la testa sul palo ma si è rialzato e dopo pochi minuti ha compiuto un altro miracolo su un gol quasi fatto. Il miglior portiere del mondiale! Eroico!
 
Zambrotta: 8,5
 
Al termine di Italia-Australia avevo detto che era risultato uno dei migliori nei minuti finali ma che per risultare perfetto gli mancava ancora la parte offensiva con una maggior spinta sulla fascia.
Ed ecco che ieri è stato perfetto!
L’azione del gol da manuale del calcio con l’assist di tacco di totti e quel tiro di sinistro che ha piegato le mani al portiere ucraino. E ancora un salvataggio sulla linea nel secondo tempo, chiusure perfette in difesa e un assist straordinario per il secondo gol di Toni dopo aver saltato due uomini come se fossero birilli.
Riassumendo: un gol (quasi due), un assist, e un gol salvato!
Davvero perfetto!!!
 
Grosso: 6,5
 
Nessun problema in difesa, qualche spinta in avanti ma può fare ancora molto di più. Ma se siamo in semifinale è anche merito suo. Comunque bene!
 
Cannavaro: 8,5
 
Non so più che aggettivi usare per il nostro capitano. E’ in stato di grazia, non sbaglia un intervento, chiude qualsiasi spazio e non fa vedere la palla a nessun attaccante, che sia pimpong del Ghana o Shevchenko per lui non fanno differenza: non hanno mai toccato palla. Chiunque li metti accanto in difesa gioca splendidamente bene. Un aggettivo mi è rimasto, ma è davvero l’ultimo: Extraterrestre!!!
 
Barzagli: 7
 
Non si sa se è l’effetto Cannavaro che lo ha fatto giocare cosi bene o lui che è un nuovo fenomeno.
Interventi puliti, anticipi da grande difensore, sembrava che fosse la centesima partita che giocava da titolare in nazionale e invece era la prima! Il sette se lo merita tutto!!!
 
Pirlo: 7
 
Non ha sbagliato un passaggio, una sicurezza davanti alla difesa ha sempre fatto ripartire la manovra azzurra. Sembrava che stesse giocando in oratorio per la tranquillità con cui teneva il pallone. Sostituito nella ripresa per farlo riposare in vista delle semifinale dove speriamo possa giocare ancora cosi.
 
Perrotta: 7
 
Sembra che abbia 8 polmoni per quanto corra in mezzo al campo. Belle le azioni di prima con Totti e gli spunti in attacco. gli manca solo un po più di lucidità quando deve concludere ma per il resto rimane uno degli insostituibili di questa squadra.
 
Camoranesi: 6,5
 
Le sue accelerazioni fanno male ai difensori ucraini che se ne accorgono subito quando dopo 2 minuti sfiora il gol con una bella incursione centrale, antipasto per il gol di zambrotta subito dopo.
Nella ripresa si procura anche un rigore netto che però non ci viene assegnato.
 
Gattuso: 7,5
 
Man of the match per la FIFA è stato uno dei migliori in campo ieri sera. Era attaccato a Sheva e chiunque provava a avvicinarsi alla nostra area di rigore. Ha recuperato come sempre un infinità di palloni, ha lottato come un gladiatore e non si è nemmeno innervosito quando il suo avversario è passato sopra al suo polso.
Mostruoso!!!
 
Totti: 7
 
Bella partita del nostro numero 10 che ha dimostrato di essere sempre più in condizione.
Verticalizzazioni, colpi di tacco, lanci sui piedi dei suoi compagni e un assist al bacio per il primo gol di Toni. Sempre più in crescita… E ora viene il bello…
 
Toni: 7,5
 
Finalmente si è sbloccato. Primo gol al mondiale di testa, prima doppietta con un gol molto facile e tutto merito di Zambrotta.
Ha fatto salire la squadra nel primo tempo, si è procurato molti falli in attacco e poi finalmente anche la gioia personale. Alla domanda:”Toni come Paolo Rossi?” ha risposto:”Speriamo”
 
Lo speriamo tutti! Vai Luca, facci sognare!!!
 
Barone, Oddo e Zaccardo: 6,5
 
Entrati per far rifiatare i compagni hanno contribuito al successo finale. Con l’ingresso in campo di Oddo sono 20 i giocatori impiegati da Lippi in questo mondiale (mancano solo i portieri di riserva che speriamo di non vedere) e ben 8 quelli andati a segno: un record, ma soprattutto un grandissimo gruppo!!!
 
 
 
E ORA A NOI DUE GERMANIA!!!!!!!
 
FORZA AZZURRI!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 

DA INFARTO!!!

Sinceramente mi sarebbe piaciuto aprire la giornata con un intervento sulla qualificazione dei nostri ragazzi ai quarti di finale e invece ho dovuto inserire questa notizia piuttosto scioccante.
Sembra che le condizioni di Pessotto siano non gravissime e che quindi si possa salvare, e naturalmente è quello che speriamo tutti.
 
Torniamo invece alla giornata di ieri e alla partita tra Italia e Australia.
Quando la palla si è insaccata in rete mezzo paese mi avrà sentito!!!
Una partita da cardiopalma che sinceramente l’italia poteva evitare. E’ vero che le squadre di Hiddink sono sempre molto forti tatticamente ma l’australia davanti era davvero poca cosa. Dopo il solito avvio in salita e l’ennesimo approccio sbagliato dei nostri, l’Italia ha avuto almeno quattro limpide occasioni per portarsi in vantaggio ma haimè non le ha sfruttate.
Nella ripresa dopo l’espulsione ingiusta di Materazzi e gli assurdi cambi di Lippi la partita l’hanno fatta sicuramente i nostri avversari. Davanti Iaquinta poteva fare ben poco e i canguri avevano il predominio in ogni zona del campo. Menomale che come ho detto prima davanti non avevano attaccanti in grado di impensierire la nostra retroguardia se no ora eravamo qui a raccontare probabilmente una clamorosa eliminazione.
Quello che è piaciuto di questa nazionale è stato senza ombra di dubbio la coesione di questo gruppo che sembra una squadra di club invece che una nazionale che gioca insieme solo una volta ogni tre mesi.
Grazie all’esperienza di 4-5 giocatori che hanno trascinato il resto della squadra l’italia è riuscita a vincere e a proseguire il suo cammino in questa competizione.
E’ vero, abbiamo vinto solo per un rigore molto generoso ma l’importante in questo tipo di gare è proprio vincere (vedi il brasile e la germania 4 anni fa) e noi ci siamo riusciti. E ora ci giochiamo l’accesso alle semifinali contro una modesta ucraina che possiamo tranquillamente battere ma attenzione a come scenderemo in campo. Ora è davvero vietato sbagliare!
 
E come in ogni partita ecco a voi i voti degli azzurri scesi in campo ieri pomeriggio:
 
Buffon: 7,5
 
L’ennesima prestazione da applausi per Gigi, con lui in porta l’Italia non teme nessuno. Decisivo con una grande parata nel primo tempo, nella ripresa nel momento di maggior pressione avversaria è rimasto sempre concentrato e ha dato sicurezza anche alla sua difesa. Nessuno è riuscito a fargli gol fino ad adesso a parte un certo zaccardo. Sicurezza!!!
 
Zambrotta: 6,5
 
Non benissimo davanti dove purtroppo non spinge più di tanto, è stato utilissimo invece in copertura dove ha aiutato la squadra nel momento più difficile del match. Un ammonizione un pò stupida gli fa perdere mezzo voto. Tra i migliori nel finale.
 
Grosso: 6
 
Da 5 la sua prestazione fino a un minuto dalla fine. Poi il lancio di totti stoppato perfettamente, il dribbling su due uomini e il rigore procurato che ci ha portato ai quarti è tutto merito suo. Non si può non dargli la sufficienza.
 
Materazzi: 6,5
 
Fino al momento dell’espulsione era stato perfetto come contro la repubblica ceca ma quell’entrata forse se la poteva risparmiare anche se non era assolutamente da cartellino rosso. Salterà una sola partita. La speranza è di rivederlo ancora a questi mondiali naturalmente
 
Cannavaro: 8
 
C’è poco da dire su di lui… Questa volta è solo lui il migliore in campo, gioca in modo al dir poco sublime chiudendo sempre dove c’è da chiudere. In difesa è ovunque e Viduka non vede mai la palla! Semplicemente fantastico!
 
Pirlo: 6
 
Un buon primo tempo lo salvano dalla prima insufficienza di questo mondiale. Dopo tre partite a grande livello è normale sia un pò stanco. con l’ucraina sarà di nuovo fondamentale.
 
Perrotta: 6,5
 
Corre un sacco, va avanti ad attaccare e copre in difesa quando ce nè bisogno. Uno come lui ora è insostituibile.
 
Gattuso: 6,5
 
Si riconferma l’anima di questa squadra. recupera palloni a più non posso e ha anche l’oppurtunità di colpire in contropiede ma i piedi non sono certo quelli di ronaldinho. Comunque utilissimo!
 
Del Piero: 5,5
 
Inizia bene con due bei assist per i suoi compagni che però non concretizzano. Si perde con il passare dei minuti e nella ripresa viene giustamente sostituito da Totti. Perde l’occasione di dimostrare quanto vale in questa nazionale e da qui in avanti non gliene capiteranno molte altre. Peccato!
 
Toni: 5,5
 
Sbaglia due occasioni facili facili soprattutto per uno come lui. Ha un blocco psicologico che deve rimuovere… e in fretta!
 
Gilardino: 6
 
Si muove bene ma i gol non arrivano. Non è al massimo della condizione e si vede. Aiuta a far salire la squadra e di più rispetto a Toni non sbaglia occasioni facili.
 
Iaquinta: 5
 
Non si capisce perchè Lippi si ostini a farlo giocare, e soprattutto perchè lo faccia entrare al posto di Gilardino. Non si rende mai pericoloso e l’unica occasione che ha la cicca clamorosamente. Perchè lui e non inzaghi??? Mistero!
 
Barzagli: 6
 
Con cannavaro a fianco forse potrei giocare anch’io. bravo comunque a farsi trovare pronto.
 
Totti: 7
 
Il voto è solo per quel rigore che ci porta avanti nel mondiale, in pochi l’avrebbero tirato ma lui non si è tirato indietro e l’ha battuto perfettamente con una lucidità esemplare da grande campione. Speriamo che questo gol lo sblocchi definitivamente!
 
E ora ragazzi battiamo l’Ucraina! Tutta Italia è con voi!!!
 
FORZA AZZURRI!!!
 
 
 

E’ IL MOMENTO DELLA VERITA’!!!

Alle 17 di oggi l’Italia si gioca l’accesso ai quarti di finale del mondiale… L’avversario è più che abbordabile ma dicevamo cosi anche della corea 4 anni fa e poi sappaimo tutti come è andata a finire…
 
Prima di dare un grosso in bocca al lupo agli azzurri vorrei lasciare le pagelle della partita contro la repubblica ceca… In questi giorni non ho avuto molto tempo per scrivere e aggiornare il blog dato che ho dovuto fare da Cicerone a mia sorella in giro per milano…
 
E allora ecco i voti degli azzurri scesi in campo giovedi pomeriggio:
 
Buffon: 8
 
Nelle due precedenti partite era stato più spettatore dato che grossi pericoli non c’erano stati. Ma in questa partita è stato straordinario, nedved lo voleva ammazzare perchè gli parava ogni sacrosanto tiro. Non ha sbagliato nulla e ora dovrà continuare cosi!
 
Grosso e Zambrotta: 6
 
Questa volta li metto insieme perchè hanno fatto una partita pressochè identica. Quello che è mancato finora a questa italia è stato proprio l’uso delle fasce. I cross non arrivano e per i nostri attccanti è dura segnare. In difesa hanno fatto una buona copertura ma non basta… speriamo che da oggi si sveglino anche loro!
 
Cannavaro: 7,5
 
Un altra partita perfetta per il nostro capitano che dietro non sbaglia un intervento…
E’ uno dei giocatori più in forma di questo mondiale e se continua cosi la nostra difesa può dormire sogni tranquilli! Saracinesca!
 
Materazzi: 8
 
Una sorpresa la sua prestazione! Quando ha dovuto sostituire nesta tutta Italia avrà fatto una faccia di disapprovazione e invece il difensore interista è stato il migliore in campo. In difesa è stato eccezionale e in più ha avuto il merito di sbloccare il risultato nel primo tempo con uno stacco da pallovolista più che da giocatore di calcio. Ritrovato!
 
Pirlo: 7
 
L’ennesima buona prestazione per il regista azzurro. Non ci sono molti commenti da fare alla sua prova, basta una parola: inamovibile!
 
Perrotta e Camoranesi: 6,5
 
Anche per loro prestazione molto simile, hanno corso molto, e hanno aiutato la squadra a centrocampo. Il merito del successo è anche loro.
 
Gattuso: 7
 
E’ stato un gladiatore, ha recuperato un infinità di palloni perdendone anche qualcuno di troppo ma è sempre rimasto concentrato e ha saputo dare grinta ai suoi compagni. Ringhio c’è!
 
Totti: 5,5
 
Unica prestazione insufficiente è la sua… la condizione non migliora più di tanto e inoltre ci si mette lui a complicarsi le cose cercando giocate impossibili. Quei due cucchiai se li poteva evitare. Lippi continua a insistere su di lui e spero abbia ragione. a cominciare da oggi pomeriggio.
 
Gilardino: 6,5
 
Partita di grande sacrificio la sua. Essendo l’unica punta ha dovuto far salire la squadra e non ha avuto molte occasioni per rendersi protagonista. Comunque utilissimo! nella ripresa esce stremato.
 
Inzaghi: 7
 
Ha aspettato questo momento come pochi altri. Tre anni da incubo e poi l’ultima stagione di nuovo da protagonista. Si è guadagnato un posto al mondiale quando ormai nessuno credeva più in lui. E’ entrato in campo contro i cechi con una voglia matta che lo ha portato a sbagliare due facili conclusioni. Ma poi il guizzo ce l’ha messo e in contropiede ha fulminato il portiere Cech. Grande Pippo!!!
 
 
E ora ragazzi abbiamo la strada spianata fino alle semifinali. Se battiamo l’Australia affronteremo una tra svizzera e ucraina che sono avversari più che abbordabili.
E poi chissà con un pizzico di fortuna dove potremmo arrivare…
 
E’ un occasione che non possiamo lasciarci sfuggire!
 
E allora come sempre: FORZA ITALIA, FORZA AZZURRI!!!

COME COMPLICARSI LA VITA…

L’Italia si blocca sul più bello!
Quando tutto sembrava mettersi per il verso giusto con la vittoria del Ghana sulla R.Ceca e il gol di Gilardino dopo 20 minuti giocati non bene arriva un clamoroso autogol a sbarrarci momentaneamente la strada verso la qualificazione agli ottavi.
Ora servirà una vittoria giovedi con la repubblica ceca per arrivare primi nel girone ed evitare il Brasile.
Ma esaminiamo meglio questo match che dal 28° minuto del primo tempo si è fatto tutto in salita.
Un incredibile svirgolata di Zaccardo che si è infilata nella nostra rete sotto gli occhi sbigottiti di Buffon.
Pochi minuti dopo arrivava l’espulsione di De Rossi che dava una gomitata volontaria a un giocatore USA che si trasformava in una maschera di sangue.
Un espulsione giustissima per un giocatore che ha perso la testa nel momento peggiore del mondiale rischiando di compromettere seriamente il nostro cammino in questo mondiale.
La partita poi si è fatta sempre più dura, ci sono state altre due espulsioni, questa volta americane, che ci hanno portato addirittura a giocare con un uomo in più.
Ma il gioco del secondo tempo non è stato brillante; ci sono state  si occasioni ma non avute grazie a un bel gioco ma più per rabbia.
Forse con un Inzaghi al posto di Iaquinta il gol sarebbe potuto arrivare ma con i se e con i ma non si va avanti e la speranza è che gli azzurri recuperino le forze e diano tutto nel prossimo match decisivo per andare avanti nella competizione.
 
Ma veniamo alle pagelle:
 
Buffon: 6,5
 
Una partita senza troppi pericoli per la sua porta e quando c’è stato bisogno delle sue uscite lui si è fatto sempre trovare pronto. Nulla ha potuto sull’autogol del povero zaccardo. Va bene che deve parare i tiri degli avversari ma se non si può fidare dei propri compagni la vedo male.
 
Zaccardo: 4,5
 
A parte lo sfortunato autogol non è entrato quasi mai in partita facendoci correre alcuni seri pericoli. E’ da recuperare soprattutto psicologicamente anche se al suo posto avrei visto meglio Grosso.
 
Nesta: 7,5
 
Ancora una partita straordinaria per il difensore azzurro che ha quasi sempre anticipato il suo avversario e ha saputo chiudere ogni spazio. E’ uno dei migliori del mondiale.
 
Cannavaro: 7
 
Qualche piccolo errore nei disimpegni non ha macchiato più di tanto la sua prestazione che è stata comunque buona. L’intesa con Nesta è ottima e l’Italia può stare abbastanza tranquilla con loro in mezzo…sempre se non ci si mette zaccardo… 🙂
 
Zambrotta: 6
 
Non ha fatto molto meglio di Grosso nella prima partita. Ha spinto pochissimo sulla fascia sinistra e ha dimostrato di non essere ancora al meglio della condizione. Da recuperare!
 
De rossi: 4
 
C’è poco da dire sulla sua prestazione. Probabilmente dirà addio ai mondiali… Una gomitata volontaria che ci complica solo la vita e speriamo che questo gesto lo aiuti a capire che certe cose non si fanno. bocciato!
 
Perrotta: 6
 
Non ha saputo ripetere la partita bellissima giocata con il Ghana perchè gli statunitensi ci hanno messo in difficoltà sin dal primo minuto con un pressing asfissiante che non ci ha dato libertà di giocare. Nel finale quando ha avuto la possibilità di attaccare si è fatto anche male. Sfortunato!
 
Pirlo: 8
 
Un altra partita fantastica per il fantasista del Milan. Continua a non sbagliare nulla e a dare palloni d’oro ai suoi compagni. Da manuale l’assist per del piero. Menomale che c’è lui!!!
 
Totti: 6
 
La condizione non è al massimo e si sa… Non ha potuto fare un granchè a causa del pressing Usa e poi perchè sostituito.
Lo aspettiamo nella partita decisiva.
 
Gattuso: 6,5
 
Quando è entrato dopo pochi secondi ha segnato un gol regolare annullato ma è riuscito comunque a trasmettere grinta e ha recuperato molti palloni. Essenziale!
 
Del Piero: 6,5
 
Ha avuto due occasioni ma ha trovato davanti un ottimo portiere. Non salta mai l’uomo e questo è un problema! In compenso si è mosso abbastanza bene.
 
Toni: 5,5
 
Peggio rispetto alla prima partita quando aveva dimostrato quantomeno una buona condizione. Ha avuto poche giocate buone ma non le ha sfruttate e soprattutto gli è mancato ancora il gol. Deve dare di più!
 
Gilardino: 6,5
 
Tuffo bellissimo nell’azione del gol. Ha il merito di aver portato in vantaggio l’Italia anche se nella ripresa non ha toccato una palla.
Da migliorare anche lui.
 
Iaquinta: SV
 
Forse era meglio Inzaghi e questo commenta la sua prestazione. inesistente!
 
 
E ora ci si gioca tutto giovedi alle ore 16…
 
E noi sempre a gridare: FORZA ITALIA!!!